Via libera al dl Energia

da | 30 Gen 2024 | Prevenzione e igiene ambientale

Incassato l’ok definitivo al Senato sul dl Energia. Spinta alle rinnovabili e alla decarbonizzazione

Energia rinnovabile, rete elettrica e fotovoltaico. Ma anche decarbonizzazione, produzione di gas naturale, concessioni geotermoelettriche e stoccaggio di Co2. Sono solo alcuni degli argomenti trattati dal cosiddetto decreto Energia, il dl 181, approvato in via definitiva dal Senato il 30 gennaio.

Il testo, composto da 20 articoli, realizza una parte degli obiettivi recentemente annunciati dal ministro dell’ambiente e la sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin. Tra questi, l’accelerazione degli investimenti in autoproduzione di energia rinnovabili nei settori a forte consumo di energia, su cui prova a intervenire l’articolo 1 del decreto. Nello specifico, si prevede che – fino al 31 dicembre 2030 – nel caso di più istanze concorrenti per la concessione della stessa superficie pubblica, gli enti interessati “debbano accordare una preferenza – ai fini dell’individuazione del concessionario – ai progetti di impianti fotovoltaici o eolici volti a soddisfare il fabbisogno energetico delle imprese cd. elettrivore”. Entro l’8 febbraio, inoltre, il Mase dovrà definire un meccanismo per lo sviluppo di “nuova capacità di generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili da parte delle imprese elettrivore”.

Per quanto riguarda le concessioni geotermoelettriche, il decreto prevede la proroga delle scadenze, che passano dal 31 dicembre 2025 al 31 dicembre 2026, fissando il termine per l’indizione della gara in due anni prima della scadenza, anziché tre. Entro il 30 giugno di quest’anno i concessionari uscenti potranno presentare un piano pluriennale per la promozione degli investimenti che, se considerato idoneo, può aumentare il tempo della concessione (al massimo fino a 20 anni).

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Spazio anche al digitale: l’articolo 9, infatti, dispone e disciplina la realizzazione da parte di Terna di un portale digitale che permetta alle istituzioni l’accesso ai dati sugli interventi di sviluppo della rete elettrica di trasmissione nazionale e sulle richieste di connessioni. Il portale dovrà essere realizzato entro l’8 giugno. Con l’articolo 12, invece, viene dato compito all’Enea di istituire un registro delle diverse tipologie di moduli fotovoltaici, “suddiviso in tre sezioni in base alle specifiche caratteristiche territoriali e qualitative, al fine di realizzare una mappatura dei prodotti disponibili sul mercato”.

Nel testo trova posto anche la fine del mercato tutelato; in particolare, l’articolo 14 stanzia un milione di euro per lo svolgimento di “campagne informative sulla cessazione del servizio di maggior tutela nel settore elettrico”. Il comma 3, inoltre, disciplina il servizio di vulnerabilità, prevedendo che esso sia erogato ai clienti vulnerabili da operatori individuati tramite procedure competitive alle condizioni stabilite dall’Arera e che l’approvvigionamento centralizzato dell’energia elettrica all’ingrosso sia affidato ad Acquirente Unico.

Simulazione Regolarità Contributiva Inail: nuovo servizio online

Simulazione Regolarità Contributiva Inail: nuovo servizio online

Nuovo Servizio Online per la Simulazione della Regolarità Contributiva INAIL L’INAIL, con istruzione operativa del 6 giugno, è intervenuta in tema regolarità contributiva, per la quale sappiamo che l’articolo 4 del decreto-legge 34/2014, convertito con modifiche dalla...

Nelle aziende attenzione anche al rischio fertilità

Nelle aziende attenzione anche al rischio fertilità

Le novità nel decreto legislativo approvato dal Consiglio dei ministri Il rischio fertilità entra tra le valutazioni di rischio che dovranno fare le aziende. I monitoraggi e le analisi obbligatorie per la sicurezza, infatti, dovranno considerare anche “le sostanze...

Rispetto del principio DNSH: aggiornamento della Guida operativa

Rispetto del principio DNSH: aggiornamento della Guida operativa

Ci sono novità per quanto riguarda l’importante applicazione del principio DNSH (‘do not significant harm’) in materia di PNRR: la Ragioneria generale dello Stato, infatti, ha aggiornato, con circolare 22/2024, la Guida operativa per il rispetto del principio di non...

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo con novità di rilievo in materia ambientale Novità di rilievo in materia ambientale col nuovo Regolamento UE sulle spedizioni di rifiuti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 30 aprile...

Pubblicità
  • Box Area Tematica Blumatica
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • box inim

CER: in 500 al corso di Formazione Federesco-Gse-Cnpi

CER: il corso su “La nuova disciplina delle comunità energetiche rinnovabili e dell'autoconsumo diffuso" Oltre 500 utenti collegati, tra professionisti del settore e portatori di interesse, con l’obiettivo di approfondire un percorso formativo incentrato sulle CER, le...

Unem: nel 2030 – 3,8 miliardi di accise con le auto elettriche

I numeri dell’Unem. Tra le ipotesi del governo nuove imposizioni sull’elettrico per il calo delle accise Se al 2030 ci saranno 4 milioni di auto elettriche in circolazione, verranno a mancare 3,8 miliardi di accise, visto il calo di almeno un milione di tonnellate di...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest