Unione europea e Kenya per l’idrogeno verde

da | 6 Set 2023 | Meccanica ed efficienza energetica

Siglato un accordo durante l’Africa climate summit, in corso a Nairobi, Kenya. Pronti 12 milioni di euro per l’idrogeno verde

Unione europea e Kenya uniti per lo sviluppo dell’idrogeno verde, con un investimento di 12 milioni di euro. Un programma ambizioso, che si pone come primo orizzonte il 2032, ma che punta a diventare un tassello di una relazione strutturale tra i due continenti per impostare una strategia di lungo periodo contro il cambiamento climatico. Si tratta dell’accordo tra la presidente della commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente del Kenya William Ruto che è stato siglato a Nairobi, il 5 settembre, durante l’Africa climate summit, la manifestazione che si chiuderà l’8 settembre.

Come accennato, l’Ue impegnerà quasi 12 milioni di euro in sovvenzioni per stimolare gli investimenti pubblici e privati nell’industria keniota dell’idrogeno verde. Questo anche grazie al supporto di Global gateway, ovvero la strategia di investimento dell’Europa nel mondo, che attualmente già investe 3,4 miliardi di euro per clima e natura nel paese africano. “Il Kenya è un alleato chiave nella lotta contro il cambiamento climatico, come dimostra l’iniziativa di ospitare l’Africa Climate Summit sulla strada verso la COP28. L’ambizioso obiettivo del Kenya di ottenere il 100% di energia pulita entro il 2030 è fonte di ispirazione per altri Paesi”, le parole di von der Leyen.

Al summit ha partecipato anche una delegazione italiana, capeggiata dal sottosegretario all’ambiente e alla sicurezza energetica Claudio Barbaro. È stata l’occasione per parlare del rinnovo del protocollo sulle rinnovabili, siglato per la prima volta nel 2018 ma scaduto a gennaio 2023. La cooperazione fra Roma e Nairobi riguarda fra l’altro la creazione di una infrastruttura di ricarica per auto elettriche e il sostegno alle pmi nell’energia verde e nell’ambiente. Aperto anche un dialogo per il sostegno alla candidatura di Roma per Expo 2030.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

La kermesse africana è stata ovviamente dominata dai temi della sostenibilità e del cambiamento climatico, con la presentazione di proposte, misure, filosofie e azioni concrete, investimenti e opere che puntano a ridurre l’inquinamento. Una di queste è stata presentata proprio al paese ospitante, ovvero il Kenya; il governo ha deciso di dotare oltre 100 mila tassisti di automezzi elettrici, al posto dei loro veicoli ormai obsoleti e inquinanti. “Nel 2022, le emissioni nel settore dei trasporti sono state stimate in 1,26 milioni di tonnellate di anidride carbonica”, ha spiegato Kipchumba Murkomen, segretario di gabinetto per le strade, i trasporti e i lavori pubblici, durante la cerimonia di lancio a Nairobi. Oltre 60 motociclisti taxi sono stati già dotati di moto elettriche, dopo una formazione completa sul loro funzionamento, sullo stato di diritto, sul servizio al cliente e sulla padronanza della risoluzione dei problemi tecnici. Non solo, verranno anche sviluppate tutte le tecnologie necessarie affinché’ i tassisti possano avere l’assistenza necessaria, per esempio per la ricarica dei veicoli o la sostituzione delle batterie, per rendere il servizio continuativo”, come riportato dall’Agi.

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Ok al regime di aiuti che vale complessivamente 550 milioni di euro “Un passo importante in direzione della transizione”. Con queste parole il ministro dell’ambiente e la sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin ha commentato il via libera della Commissione...

Pubblicità
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • Blumatica Impianti Solari
  • banner Automazione ed Efficienza Energetica

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest