Una spinta all’agrivoltaico innovativo

da | 16 Feb 2024 | Prevenzione e igiene ambientale

Dal ministero dell’ambiente il decreto con gli incentivi all’agrivoltaico innovativo

Incentivi all’agrivoltaico innovativo, con l’obiettivo di realizzare almeno 1,04 Gw di impianti. Sono i frutti del decreto pubblicato sul sito del ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica che, come detto, promuove la realizzazione di sistemi agrivoltaici innovativi di natura sperimentale. Il provvedimento è entrato in vigore il 14 febbraio.

“Con questo decreto”, le parole del ministro Gilberto Pichetto, “aggiungiamo un altro tassello alla nostra strategia energetica, valorizzando in questo caso la grande potenzialità del settore agricolo impegnato nella transizione. Il doppio binario incentivante che abbiamo predisposto, in un costruttivo contatto con la Commissione può essere una bella opportunità per decarbonizzare, migliorando la redditività dei suoli: un modo, insomma, per far convergere l’affermazione della qualità agricola italiana, unica nel mondo, con la spinta agli obiettivi climatici”.

La misura, in sintesi, prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili per la realizzazione di “sistemi ibridi agricoltura-energia”. I fondi derivano dal Pnrr. Oltre al contributo sarà garantita una tariffa incentivante a valere sulle quote di energia elettrica netta immesse nel sistema.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Il percorso si completerà entro fine mese, quando si attendono le regole operative che disciplineranno le modalità e le tempistiche di riconoscimento dei fondi. Dal Gse arriverà un primo avviso pubblico per la presentazione delle domande, entro massimo 30 giorni dalla definizione delle regole.

L’accesso al meccanismo, come spiegato sul sito del ministero, è garantito attraverso l’iscrizione di appositi registri o con la partecipazione a procedure competitive in funzione della titolarità e della taglia dei progetti, che si svolgeranno nel corso del 2024. Le procedure di registro, per un contingente complessivo di 300 megawatt sono riservate ad impianti di potenza fino a 1 megawatt realizzati da imprenditori agricoli e loro aggregazioni, mentre le procedure competitive, per un contingente complessivo di 740 megawatt, sono riservate ad impianti di qualsiasi potenza realizzati da imprenditori agricoli e loro aggregazioni, o associazioni temporanee di impresa che includono almeno un imprenditore agricolo.

Crescono le ispezioni sul lavoro

Crescono le ispezioni sul lavoro

Calderone: dalle nuove norme il 40% di controlli in più nel 2024, crescono le ispezioni  Tra il 2023 e il 2024, grazie al nuovo personale assunto, le ispezioni sul lavoro cresceranno del 40%, anche se l’obiettivo è di raddoppiarle. No alle ironie sulla patente, si può...

Pubblicità
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • box inim

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest