Una spinta al biogas in agricoltura

da | 28 Mar 2024 | Meccanica ed efficienza energetica

Biogas in agricoltura: firmato il decreto che stanzia 193 milioni di euro

Una spinta al biogas e all’efficienza nel settore agricolo, sfruttando i fondi del Pnrr. È l’obiettivo che si prefigge di raggiungere il decreto ministeriale firmato da Gilberto Pichetto Fratin, titolare del Mase (il ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica).

L’annuncio è arrivato sul sito del dicastero guidato da Pichetto insieme a tutte le informazioni relative all’agevolazione. “Questo decreto”, le parole del ministro, “caratterizza ancor di più il settore agricolo come alleato verso i nostri obiettivi energetici e climatici. Lo sviluppo del biogas e del biometano, assieme alle migliori pratiche agricole ci devono aiutare a vincere la sfida energetica, incidendo in maniera trasversale e positiva sulla salvaguardia di aria, acqua e suolo”. Il decreto è stato trasmetto alla Corte dei conti e, come accennato, rientra nella strategia impostata dal Pnrr. Dei 193 milioni stanziati, il 40% è destinato al Sud (77,2 milioni).

L’incentivo si traduce in un contributo in conto capitale rivolto a imprese e progetti di investimento che “vogliano promuovere lo sviluppo del biogas e ulteriori azioni per l’efficienza in agricoltura”. Sarà coperto fino a un massimo del 65% delle spese effettuate. Le categorie di intervento oggetto di incentivo, spiega il decreto, sono di tre tipologie:

Pubblicità
Honeywell CLSS
  • le “Pratiche ecologiche” nei campi e lo sviluppo di poli consortili per lo sfruttamento del digestato
  • la sostituzione di trattori obsoleti con quelli alimentati a biometano
  • interventi per l’efficienza degli impianti già esistenti per la produzione di biogas.

I fondi saranno, quindi, destinati sia ai nuovi progetti che alla rivitalizzazione di attrezzature e impianti già in uso. Anzi, la parte maggiore dei fondi sarà indirizzata proprio verso questi ultimi interventi: “la più ampia fetta di risorse, 124 milioni di euro, è diretta a interventi per migliorare l’efficienza degli impianti a biogas esistenti e non convertibili a biometano”, spiegano dal ministero. Altri 54 milioni di euro, invece, verranno utilizzati per finanziare interventi “come macchinari per la distribuzione efficiente del concime organico”, oppure per “la creazione di poli consortili per il trattamento centralizzato per lo sfruttamento del digestato”.

Un’ulteriore parte delle risorse sarà, poi, finalizzata a sostituire vecchi trattori “con quelli più efficienti, dotati di strumenti per l’agricoltura di precisione e alimentati esclusivamente a biometano”.Il ministero ricorda, infatti, come questo sia uno specifico target del Pnrr; il Piano prevede la messa in circolazione di almeno 300 trattori di nuova generazione entro giugno 2026

CER: attivi i portali GSE per gli incentivi

CER: attivi i portali GSE per gli incentivi

Entrati in funzione dall’8 aprile, a partire dalle ore 17:00, i portali del GSE per accedere agli incentivi sulle comunità energetiche. Un passo importante e molto atteso perché grazie ai nuovi portali sarà possibile l’invio delle richieste dei contributi per le CER e...

La direttiva case green taglia il traguardo

La direttiva case green taglia il traguardo

Obblighi meno stringenti rispetto alla versione originaria. Neutralità climatica al 2050 La tanto discussa direttiva europea ribattezzata “case green” è pronta a vedere la luce. Il 12 marzo, infatti, il Parlamento europeo ha approvato la Energy performance of...

Pubblicità
  • Box Blumatica Impianti Fotovoltaici
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest