Tagliare il debito, ma senza lacrime e sangue

da | 10 Lug 2024 | In evidenza, Primo piano

Il ministro dell’economia Giancarlo Giorgetti sulla prossima manovra all’assemblea Abi

La prossima manovra non sarà lacrime e sangue, anche se l’obiettivo primario del governo è quello di uscire dalla spirale del debito monstre. Il taglio del cuneo fiscale è servito anche in materia di inflazione, c’è l’impegno a confermarlo per il prossimo anno. La crescita del Pil all’1%? Un obiettivo ampiamente alla portata. Sono le parole del ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti, che il 9 luglio è intervenuto all’assemblea dell’Abi per fare un punto sulla prossima manovra, anche alla luce delle recenti decisioni europee sulle regole di bilancio.

Per prima cosa, Giorgetti ha parlato del “Piano strutturale di bilancio” che sarà approvato entro l’estate. Un piano che “punterà all’osservanza delle nuove regole fiscali concordate a livello europeo e a conseguire, su un orizzonte quinquennale, un livello del saldo primario strutturale coerente con una significativa riduzione del rapporto debito/Pil negli anni seguenti”.

Secondo il ministro, se saremo capaci di “conseguire questo risultato, gli ottimi fondamentali della nostra economia, riconosciuti anche di recente dalla Commissione europea ma soprattutto dalla fiducia che i risparmiatori esteri e italiani hanno riconosciuto al nostro debito, con il grande successo ottenuto dai Btp Valore, dovrebbero consentirci di uscire gradualmente dalla condizione di Paese ad alto debito, perennemente sotto esame e penalizzato da tassi di interesse più elevati rispetto ai nostri partner europei”.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Un’uscita graduale che, quindi, avverrà “senza una manovra lacrime e sangue, ma con una seria politica di controllo della spesa pubblica e di miglioramento dell’efficienza del prelievo fiscale”. Per quanto riguarda le prossime mosse del Mef (e del governo), Giorgetti ha citato i lavori per il testo unico sulla finanza, la conferma del taglio del cuneo “che è servito a frenare l’inflazione” e il rafforzamento “del sostegno alle famiglie con figli a carico”. Da questo punto di vista, l’auspicio del ministro è che “anche le banche facciano una riflessione su come contribuire”.

A livello di numeri, comunque, la situazione non è drammatica. L’obiettivo di una crescita dell’1% è “ampiamente raggiungibile”, mentre la situazione debitoria non porterà a imponenti tagli, sempre in una logica di contenimento delle spese. La prossima legge di bilancio, infatti, sarà la prima con le nuove regole di stabilità europee, che prevedono piani di rientro per le nazioni che non rispettano alcuni vincoli di bilancio (allo stato attuale, l’Italia non li rispetta).

Abuso d’ufficio «in soffitta»

Abuso d’ufficio «in soffitta»

Stop a intercettazioni non essenziali: è legge il testo di Carlo Nordio Un «restyling» di alcune norme (fra cui quelle che riguardano il reato di traffico di influenze) e l’abolizione dell’articolo 323 del codice di procedura penale che disciplinava l’abuso d’ufficio:...

Sfoglia la rivista Opificium! E’ online il n°3-2024 (maggio-giugno)

E’ online il n. 3-2024 di Opificium Sfoglialo ora! E’ online il numero 3-2024 (maggio – giugno) della rivista Opificium – Osservatorio dei Periti Industriali su formazione, industria, cultura d’impresa, università e management / La Rivista del Perito Industriale....

Filiera formativa tecnologico-professionale, 4+2 in arrivo

Iniziata la discussione alla Camera sulla riforma Valditara, che cambia il mondo degli Its Corre spedita la riforma Valditara per l’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, che porterà al nuovo modello 4+2. Lo scorso 3 luglio, infatti, la...

Fondazione Super, ampia adesione per l’ingresso di Stefano Cervi

Si rafforza la collaborazione tra il Cnpi e la Scuola universitaria per le professioni tecniche dell’Emilia Romagna (SUPER) con l’elezione del consigliere nazionale del CNPI Stefano Cervi nel Consiglio di indirizzo della Fondazione. Stefano Cervi, perito industriale...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest