Superbonus 110%, 7,5 miliardi di euro investiti in detrazioni

da | 4 Ott 2021 | In evidenza, Notizie, Primo piano

Circa 7,5 miliardi di euro investiti in interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza antisismica per un totale di oltre 49 mila asseverazioni compilate. Lo rilevano i dati diffusi dall’Enea aggiornati al 30 settembre 2021  (https://www.efficienzaenergetica.enea.it/images/detrazioni/Avvisi/Report_dati_mensili_300921.pdf).

Scorrendo i numeri nel dettaglio è evidente come ad usufruire della misura siano stati 6.406 condomini per un totale di investimenti pari a 3,5 miliardi di euro e un totale di lavori condominiali realizzati di 2,1 miliardi, il 60,3%.

Per quanto riguarda gli edifici unifamiliari si contano 23.654 asseverazioni per un totale di investimento di 2,4 miliardi e un totale di lavori realizzati pari a 1,8 mld vale a dire il 76% del totale.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Infine, 16.135 asseverazioni riguardano unità immobiliari funzionalmente indipendenti per un investimento complessivo di 1,5 miliardi e 1,1 miliardi di lavori realizzati pari al 74,6%. Nel complesso l’investimento medio è stato pari 557 mila euro per i condomini, 101,9 mila euro per gli edifici unifamiliari e 93,5 mila euro per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti.

Il report riporta anche la suddivisione degli investimenti per regione evidenziando come la Lombardia risulta in testa per numero di asseverazioni (6,384) e investimenti complessivi per 1,1 mld, seguita dal Veneto (5,780 e 731 mln) e dal Lazio (5,583 e 746 mln).

Naturalmente a supportare la misura ci penserà senz’altro la proroga annunciata dalla Nota al Def e che salvo notizie d’ultim’ora sarà confermata nella legge di Bilancio per il 2022 (https://www.opificiumagazine.it/superbonus-110-arriva-la-proroga-al-2023/) che estende l’incentivo fino al 2023.

Cambiano le sanzioni fiscali

Cambiano le sanzioni fiscali

Ok in Consiglio dei ministri al nono decreto attuativo della delega che modifica le sanzioni fiscali Sanzioni fiscali ispirate ai principi di proporzionalità e offensività. Riduzione delle sanzioni stesse, con quelle amministrative che passano da un quinto a un terzo....

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest