Sostenibilità, guidano chimici e fisici

da | 28 Nov 2023 | Chimica

Il tema al centro del XX Congresso nazionale della Federazione, svoltosi a Paestum

Il cuore del futuro sostenibile, un cuore chiamato chimica e fisica. Questo il titolo del congresso nazionale (giunto alla sua ventesima edizione) della Federazione di categoria, che riunisce chimici e fisici a partire dal 2018, anno di approvazione della legge Lorenzin (legge 3/2018), che ha rivoluzionato il mondo delle professioni sanitarie in Italia, creando anche appunto la federazione congiunta tra le due professioni. Un congresso che ha, quindi, avuto come principale protagonista il tema della sostenibilità e i suoi riflessi (molto ampi) sulla professione. “Un futuro sostenibile economico, sociale, produttivo e ambientale necessita, per essere attuato, della volontà di cambiare non solo a livello di processo, di prodotto, di materie prime e risorse, ma anche culturale e progettuale”, fanno sapere dalla Federazione. I concetti di ciclo di vita del prodotto, consumo delle risorse e della disponibilità delle stesse in natura, gestione dell’energia, capacità di riutilizzare e riciclare e trasformare scarti o rifiuti in materie prime secondarie “diventano quindi parte e presupposti di progetti di sviluppo”. Si parla di cambiamenti correlati all’ambiente che ci circonda e alla salute delle persone: basti pensare ad alimenti, cosmetici, tessuti, giocattoli, dispositivi medici, veicoli, edifici, luoghi di vita e di lavoro che diventano sostenibili se si ha come obiettivo la salute ed il benessere della collettività. “Cambiamenti, questi, che non possono in alcun modo prescindere dal contributo delle competenze chimiche e fisiche”.

Una sessione congressuale è stata dedicata, quindi, al tema della sostenibilità lungo la filiera agroalimentare, “che rappresenta oggi il primo comparto Made in Italy per valore generato ed è quindi assolutamente cruciale per il nostro Paese”. Si è parlato del futuro della sostenibilità in questo campo, in cui chimica e fisica intervengono nel ciclo di vita degli alimenti e dei loro imballaggi, dal campo alla tavola, per garantire qualità, sicurezza, efficienza, riduzione degli sprechi e dell’impatto ambientale.
Un altro settore trainante è quello cosmetico, che ha visto esplorare le ulteriori sfide ed opportunità a partire dalla formulazione di prodotti ecocompatibili fino al packaging sostenibile, andando ad evidenziare l’importanza ed il ruolo del professionista sanitario chimico nella valutazione della sicurezza cosmetica.

Altri due temi analizzati sono stati quelli della mobilità sostenibile e dell’energia, due comparti fondamentali nell’abbattimento dei consumi e nei confronti dei quali il ruolo dei chimici e dei fisici è cruciale. L’impatto dei trasporti sui cambiamenti climatici è stato quindi analizzato per “comprendere lo stato dell’arte e le possibili prospettive correlate alla mobilità sostenibile dal punto di vista economico, tecnologico e di impatto sulla salute della popolazione”.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Il “motto” della ventesima edizione del congresso di categoria, infine, non poteva che essere dedicato al tema; in particolare, si tratta della definizione di sviluppo sostenibile “più nota e universalmente riconosciuta”, che è appunto servita come stella polare della manifestazione: “un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attuali”.

Dall’Ue una stretta all’uso di pesticidi

Dall’Ue una stretta all’uso di pesticidi

La risoluzione approvata dalla commissione ambiente del Parlamento europeo Ridurre l’utilizzo dei pesticidi chimici considerati “più pericolosi” del 50% rispetto alla media di utilizzo del periodo 2015-2017. È quanto prevede la posizione della commissione ambiente del...

La Commissione Ue pronta a vietare il bisfenolo A

La Commissione Ue pronta a vietare il bisfenolo A

La scelta sulla base di un report Aea. Novità a partire dal 2024 La Commissione europea preoccupata per il bisfenolo A e pronta a vietarne l’uso nei materiali a contatto con gli alimenti, tra cui plastica e lattine di conserve. Tra le proposte legislative per il 2024...

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest