Simulazione Regolarità Contributiva Inail: nuovo servizio online

da | 17 Giu 2024 | Prevenzione e igiene ambientale

Nuovo Servizio Online per la Simulazione della Regolarità Contributiva INAIL

L’INAIL, con istruzione operativa del 6 giugno, è intervenuta in tema regolarità contributiva, per la quale sappiamo che l’articolo 4 del decreto-legge 34/2014, convertito con modifiche dalla legge 78/2014, ha introdotto semplificazioni per il documento unico di regolarità contributiva (cd. Durc), stabilendo che “chiunque ne abbia interesse, compresa la stessa impresa, può verificare in modalità esclusivamente telematica e in tempo reale la regolarità contributiva nei confronti dell’Inps, dell’Inail e, per le imprese del settore edilizio, delle Casse edili“.

La verifica viene attivata inserendo il codice fiscale del soggetto da controllare attraverso il servizio Durc online, operativo dal 1° luglio 2015 sui portali www.inps.it e www.inail.it.

Se la verifica è positiva, il documento che attesta la regolarità contributiva è valido per 120 giorni dalla data della richiesta. Se esiste già un Durc online valido per il soggetto in questione, il servizio rimanda a quel documento.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Qualora non sia possibile attestare la regolarità contributiva in tempo reale, come disposto dall’articolo 4, comma 1, del decreto interministeriale del 30 gennaio 2015, “l’Inps, l’Inail e le Casse edili trasmettono tramite PEC un invito a regolarizzare con l’indicazione analitica delle irregolarità rilevate“. L’interessato ha 15 giorni dalla notifica per regolarizzare la propria posizione o fornire gli elementi richiesti.

In tutto questo si è poi riversata la legge 160/2023, che all’articolo 8, comma 4, ha introdotto la possibilità per le imprese di avviare, su base volontaria, la procedura di verifica della regolarità contributiva fino a 15 giorni prima della scadenza di un Durc valido, per velocizzare la procedura di rilascio.

L’INAIL fa sapere quindi che, per attuare questa disposizione, è stato rilasciato il servizio online “Simulazione Regolarità Contributiva INAIL“, che permette alle imprese e agli intermediari delegati di effettuare una simulazione della regolarità contributiva basata sui criteri del Decreto interministeriale del 30 gennaio 2015.

Il funzionamento del servizio, disponibile sul portale INAIL, prevede che la richiesta di simulazione, in presenza di un Durc valido, possa essere effettuata a partire dal quindicesimo giorno antecedente la scadenza del documento, riportando la situazione contributiva al secondo mese antecedente. Se non esiste un Durc valido, la verifica viene effettuata alla data della richiesta, riferendosi alla situazione contributiva al secondo mese precedente.

Se non vengono rilevate irregolarità, l’esito della simulazione è “Regolare”. In caso contrario, l’esito sarà “Da verificare” e sarà necessario contattare la sede competente per ulteriori verifiche.

Il nuovo servizio è descritto nel manuale allegato (all.1), disponibile nella sezione “Manuali operativi” del portale www.inail.it.

 

Nelle aziende attenzione anche al rischio fertilità

Nelle aziende attenzione anche al rischio fertilità

Le novità nel decreto legislativo approvato dal Consiglio dei ministri Il rischio fertilità entra tra le valutazioni di rischio che dovranno fare le aziende. I monitoraggi e le analisi obbligatorie per la sicurezza, infatti, dovranno considerare anche “le sostanze...

Rispetto del principio DNSH: aggiornamento della Guida operativa

Rispetto del principio DNSH: aggiornamento della Guida operativa

Ci sono novità per quanto riguarda l’importante applicazione del principio DNSH (‘do not significant harm’) in materia di PNRR: la Ragioneria generale dello Stato, infatti, ha aggiornato, con circolare 22/2024, la Guida operativa per il rispetto del principio di non...

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo

Spedizioni di rifiuti: ecco il nuovo Regolamento europeo con novità di rilievo in materia ambientale Novità di rilievo in materia ambientale col nuovo Regolamento UE sulle spedizioni di rifiuti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 30 aprile...

Pubblicità
  • Box Area Tematica Blumatica
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • box inim

Sfoglia la rivista Opificium! E’ online il n°3-2024 (maggio-giugno)

E’ online il n. 3-2024 di Opificium Sfoglialo ora! E’ online il numero 3-2024 (maggio – giugno) della rivista Opificium – Osservatorio dei Periti Industriali su formazione, industria, cultura d’impresa, università e management / La Rivista del Perito Industriale....

Filiera formativa tecnologico-professionale, 4+2 in arrivo

Iniziata la discussione alla Camera sulla riforma Valditara, che cambia il mondo degli Its Corre spedita la riforma Valditara per l’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, che porterà al nuovo modello 4+2. Lo scorso 3 luglio, infatti, la...

Fondazione Super, ampia adesione per l’ingresso di Stefano Cervi

Si rafforza la collaborazione tra il Cnpi e la Scuola universitaria per le professioni tecniche dell’Emilia Romagna (SUPER) con l’elezione del consigliere nazionale del CNPI Stefano Cervi nel Consiglio di indirizzo della Fondazione. Stefano Cervi, perito industriale...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest