Sicurezza antincendio: proroga scadenze al 29 luglio

da | 3 Feb 2022 | Competenze multidisciplinari

C’è tempo fino al prossimo 29 luglio per i professionisti competenti in materia di prevenzione incendi di completare le 40 ore di aggiornamento obbligatorio quinquennale in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022, attuale data di fine dello stato di emergenza. Questi ultimi, infatti, potranno mantenere valida la propria iscrizione negli elenchi del Ministero dell’Interno sino a 90 giorni dopo la data del prossimo 31 marzo. Dettagli circa la modalità di calcolo dei quinquenni di riferimento, a seguito di specifica comunicazione inviata dalla Rete delle Professioni Tecniche, sono stati forniti con ulteriore nota del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco DCPREV prot. 19168 del 17 dicembre scorso.

La nuova decorrenza del quinquennio successivo – si legge tra le precisazioni –  sarà calcolata dalla data di frequenza della 40° ora di aggiornamento. I professionisti antincendio il cui quinquennio è scaduto, o scadrà, nel periodo di riferimento compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 31 marzo 2022, e che non completeranno le 40 ore di aggiornamento entro il 29 giugno 2022, saranno sospesi dagli elenchi del Ministero dell’Interno.

Il criterio del prolungamento della validità degli atti di prevenzione incendi era stata già oggetto di slittamento dei termini – in precedenza al 31 marzo 2022 – con la nota DCPREV prot. 15826 del 21 ottobre 2021 del Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e la nuova proroga dello stato di emergenza, introdotta dal D.L. n. 221/2021, ha di conseguenza fatto nuovamente slittare il periodo di tempo nel quale poter completare il proprio obbligo formativo, così come per certificati attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni, segnalazioni certificati di inizio attività, attestati di rinnovo periodico di conformità antincendio e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza nel periodo interessato.

Pubblicità

In vista della scadenza del 29 giugno, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si è recentemente impegnato a collaborare con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri per il varo definitivo della piattaforma ANPA (Anagrafe Nazionale dei Professionisti Antincendio), iniziativa fortemente sostenuta dalla Rete delle Professioni Tecniche. La piattaforma così come strutturata e ideata consentirà una gestione più agevole ed automatizzata, senza impegno a carico degli Ordini, degli elenchi dei professionisti antincendio anche per quanto riguarda le nuove date di scadenza dei quinquenni di riferimento.

Detrazione fiscali in edilizia: online il poster ENEA 2023

Il documento racchiude in una speciale tabella tutti le coordinate di Superbonus, Eco e Sismabonus, Bonus Verde, Bonus Ristrutturazioni Dopo le definitive pubblicazioni in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2023 (legge 197/2022) e della legge Aiuti-Quater...

Digitale e Pnrr, Italia ai primi posti per obiettivi raggiunti

Al nostro paese la quota maggiore dei fondi europei per la digitalizzazione (48 miliardi) Dal Pnrr una grande opportunità per la digitalizzazione in Italia, che per ora risulta colta in maniera efficace dalla penisola. Siamo, infatti, il paese più avanti nella...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest