Semplificazioni e liste d’attesa in Cdm

da | 5 Giu 2024 | In evidenza, Primo piano

Ok al piano per abbattere i tempi in ospedale. Una valutazione ex ante su tutti i provvedimenti

Un piano per abbattere i tempi delle liste d’attesa e l’ormai consueto ddl semplificazioni, che porterà all’introduzione della Vig, la Valutazione di impatto generale sui provvedimenti di legge. Sono questi i due argomenti principali trattati dal Consiglio dei ministri del 4 giugno, che ha approvato un disegno di legge e un decreto-legge sulla sanità, a cui si aggiunge il ddl semplificazioni.

Anche se consueto, il ddl semplificazioni di quest’anno risulta particolarmente innovativo.

Innanzitutto, si parla della legge annuale di semplificazione normativa, uno strumento con il quale il governo potrà scegliere ogni anno le normative da revisionare e razionalizzare. Un testo accolto con molto favore dal ministro per le riforme istituzionali e la semplificazione normativa Elisabetta Casellati: “questo provvedimento rientra nella battaglia portata avanti per la sburocratizzazione del Paese e rappresenta un significativo passo avanti verso una normativa più snella ed efficace.

Pubblicità
Honeywell CLSS

È in linea con il Pnrr ed è fondamentale per assicurare la certezza del diritto, presupposto indispensabile per lo sviluppo politico e sociale, la crescita economica e l’attrazione degli investimenti”. Uno degli elementi più innovativi è proprio l’introduzione della Vig, che “imporrà un momento di valutazione ex ante su qualsiasi provvedimento. Un’analisi preliminare finalizzata a rispondere al quesito: ‘Quale sarà l’impatto di questa legge sui giovani under 35? E quali vantaggi comporterà sul medio e lungo termine anche per le generazioni future?’”.
Il ddl, inoltre, prevede una delega al Governo per la digitalizzazione dell’attività e della produzione normativa e “altre cinque deleghe in settori chiave come disabilità, istruzione e formazione, protezione civile, politica estera e formazione superiore e ricerca per la messa a punto di testi unici o codici sui quali possono essere applicate nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale per snellire procedure e individuare sovrapposizioni normative”, si legge ancora nella nota ministeriale.

Oltre alle semplificazioni, il Cdm ha dato il via libera anche al pacchetto Schillaci (dal nome del ministro della salute) finalizzato ad abbattere i tempi delle liste d’attesa.

Verrà istituito il Sistema nazionale di governo delle liste di attesa (Singla) e il Piano nazionale di governo delle liste d’attesa (Pingla), che saranno l’architrave del nuovo sistema. Previsto un meccanismo di fasce di priorità, la razionalizzazione dei Centri unici di prenotazione e misure sul personale. In particolare, l’innalzamento dei vincoli del tetto di spesa per le assunzioni, una maggiore libertà per gli specializzandi e l’aumento dei servizi che potranno essere offerti in farmacia. “Avevamo promesso ai cittadini che ci saremmo occupati di due problemi che in passato non sono mai stati affrontati efficacemente, ovvero l’abbattimento delle liste d’attesa e la cronica carenza di medici e personale sanitario. E lo abbiamo fatto”, il commento della presidente del consiglio Giorgia Meloni.

Il premierato verso il referendum

Il premierato verso il referendum

Ok in Parlamento, tra le polemiche, alla riforma costituzionale Sono 109 i voti favorevoli alla proposta di riforma costituzionale, ormai soprannominata “premierato”, espressi al Senato. Opposizioni in piazza, maggioranza soddisfatta (con alcune piccole crepe). In...

Centro Studi CNI: Rapporto sul mercato dei SIA

Centro Studi CNI: il mercato dei servizi di ingegneria e architettura (SIA) sembra ancora non aver trovato una rotta stabile E’ quanto emerge dal consueto Rapporto elaborato dal Centro Studi degli ingegneri sul monitoraggio dei bandi di progettazione nell'ambito dei...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest