Robotica, arriva il primo Technology transfer day

da | 30 Giu 2022 | Informatica

Genova, futura capitale della robotica

Cassa Depositi e Prestiti Venture Capital sceglie Genova per il primo Technology Transfer Day, alla presenza, tra gli altri, del ministro dell’Università e della ricerca Maria Cristina Messa, del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dell’assessore allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti e del presidente di CDP Giovanni Gorno Tempini. Un’occasione di confronto fra scienziati, investitori e istituzioni per valorizzare i risultati della ricerca scientifica sulla robotica, che in Liguria giocherà un ruolo chiave, anche grazie a RoboIT, il primo Polo nazionale per il Trasferimento Tecnologico della Robotica che avrà sede a Genova, in Val Polcevera.

Un progetto, a cui partecipa anche Regione Liguria, tramite Filse, con 3 milioni di quote societarie nelle operazioni del fondo “Technology Transfer”, attivato da Cassa Depositi e Prestiti Venture Capital con l’obiettivo di valorizzare, per un ammontare complessivo di 10 milioni di euro, i risultati della ricerca scientifica e tecnologica attraverso la creazione di startup concepite nei laboratori delle Università e dei Centri di ricerca.

Il primo Tech Transfer day organizzato da CDP in collaborazione con la finanziaria regionale FILSE, ribadisce ancora una volta la centralità di Genova nel panorama tecnologico del Paese ed è naturale conseguenza della nascita del Polo RoboIT per la valorizzazione delle eccellenze della ricerca e dell’innovazione: una realtà che, grazie alle presenza di IIT, farà di Genova la capitale della robotica. L’High tech è un settore che continua a generare sviluppo, occupazione, nuove realtà imprenditoriali in Liguria, ed è un settore in cui Regione crede fermamente in quanto elemento strategico per la riconversione industriale di questa terra: ne è la prova quello che sta accadendo sulla collina del Erzelli, dove sono presenti importanti realtà internazionali, e dove, accanto al grande campus universitario di Ingegneria, sorgerà il ‘Centro di Medicina Computazionale e Tecnologica’, Progetto Bandiera della Regione Liguria nell’ambito del PNRR”.

Pubblicità

Proiettare nel futuro la storica vocazione all’innovazione tecnologica dei liguri, rafforzando un settore come quello della robotica che vede già oggi la Liguria ai primi posti a livello internazionale, significa aprire la porta a possibilità di crescita imprenditoriale di grande respiro – sottolinea l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – L’operazione strutturata in cooperazione con Cassa Depositi e Prestiti, rientra nell’ambito delle politiche regionali di sviluppo di startup innovative e più specificatamente sviluppa la collaborazione già in essere con IIT, che sta implementando il nuovo laboratorio avanzato di robotica industriale all’interno del BIC di Genova, l’incubatore regionale di imprese gestito da Filse, che sarà nucleo del progetto congiunto di una “Robot Valley” in cui innovazione, incubazione, centri di ricerca, soggetti industriali e finanziari sviluppano congiuntamente innovazione e trasferimento tecnologico”.

Questo accordo rappresenta un modello virtuoso di sinergia finanziaria e strategica per lo sviluppo del territorio – spiega il presidente di FILSE Lorenzo Cuocolo –  La Finanziaria ligure per lo sviluppo economico, proprio in virtù della sua natura pubblica e del suo ruolo, è raccordo fra i principali soggetti, pubblici e privati, impegnati e interessati al trasferimento tecnologico, che in Liguria costituiscono un ecosistema particolarmente favorevole, fatto di un sistema formativo di qualità, di ricerca di eccellenza con IIT, Università e CNR, di un’industria che vanta aziende con alto tasso di innovazione che sviluppano ricerca e innovazione. La nostra collaborazione con RoboIT, oltre alla partecipazione finanziaria nel capitale delle start up liguri, prevede il supporto dei progetti anche tramite servizi di incubazione imprenditoriale e di accelerazione”.

Continua la crescita del digitale in Italia

Continua la crescita del digitale in Italia

Spid, Cie e App io in grande espansione. Oltre 61 miliardi tramite PagoPa Continua a correre il digitale in Italia. Numeri record anche per il 2022, con 33,5 milioni di Spid, 32,7 milioni di carte d’identità elettroniche e oltre 61 miliardi di euro di pagamenti online...

Una spinta al digitale nei comuni

Una spinta al digitale nei comuni

Accordo tra l’Anci e il dipartimento per l’innovazione tecnologica Una spinta alla digitalizzazione dei comuni italiani. È questo l’obiettivo principale del protocollo di intesa che verrà presto siglato tra il dipartimento per l’innovazione digitale e l’Anci,...

Detrazione fiscali in edilizia: online il poster ENEA 2023

Il documento racchiude in una speciale tabella tutti le coordinate di Superbonus, Eco e Sismabonus, Bonus Verde, Bonus Ristrutturazioni Dopo le definitive pubblicazioni in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2023 (legge 197/2022) e della legge Aiuti-Quater...

Digitale e Pnrr, Italia ai primi posti per obiettivi raggiunti

Al nostro paese la quota maggiore dei fondi europei per la digitalizzazione (48 miliardi) Dal Pnrr una grande opportunità per la digitalizzazione in Italia, che per ora risulta colta in maniera efficace dalla penisola. Siamo, infatti, il paese più avanti nella...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest