Ricerca e sviluppo, innovazione e design: online l’albo dei Certificatori del credito di imposta

da | 3 Giu 2024 | Design

Online l’albo dei Certificatori del credito di imposta in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica

Con decreto direttoriale del 15 maggio 2024, il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha ufficializzato la possibilità di consultare l’Albo dei certificatori del credito d’imposta in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica di cui all’art. 2 del D.P.C.M. del 15 settembre 2023.

Ciò in quanto, a seguito di opportune verifiche compiute dalla Commissione nominata dal Direttore Generale della Direzione competente, è stata disposta l’iscrizione all’Albo dei certificatori dei soggetti indicati all’Allegato 1 del predetto decreto, selezionando gli idonei tra le domande pervenute al 30 aprile 2024.

Contestualmente, è operativa la piattaforma informatica con la quale le imprese che hanno effettuato o che intendano effettuare investimenti nei campi della ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica possono selezionare il certificatore prescelto e versare i diritti di segreteria.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Attraverso lo stesso portale sarà possibile per i certificatori, dal 5 giugno 2024, provvedere al caricamento delle certificazioni richieste dalle imprese e ad esse rilasciate.

A breve il MIMIT renderà disponibili il modello di certificazione da utilizzare e le linee guida cui il certificatore è tenuto ad uniformarsi per la corretta applicazione del credito d’imposta.

Credito di imposta design: cos’è

La misura si pone l’obiettivo di sostenere la competitività delle imprese stimolando gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, Innovazione tecnologica, anche nell’ambito del paradigma 4.0 e dell’economia circolare, Design e ideazione estetica.

Per le attività di design e ideazione estetica finalizzate ad innovare in modo significativo i prodotti dell’impresa sul piano della forma e di altri elementi non tecnici o funzionali (linee, contorni, colori, struttura superficiale, ornamenti, ecc.), il credito d’imposta è riconosciuto, fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2023, in misura pari al 10% della relativa base di calcolo, assunta al netto delle altre sovvenzioni o dei contributi a qualunque titolo ricevuti sulle stesse spese ammissibili, nel limite massimo annuale di 2 milioni di euro.

Dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2023 e fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2025, il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 5%, nel limite massimo annuale di 2 milioni di euro.

Albo dei certificatori

La consultazione dell’Albo è libera e non prevede autenticazione, ma per effettuare la richiesta e l’iscrizione all’albo è necessario:

  • l’accesso al servizio esclusivamente tramite SPID o CIE ID;
  • il possesso della firma digitale intestata al richiedente;
  • il pagamento dell’imposta di bollo da € 16,00. Il bollo deve essere pagato esclusivamente a mezzo PagoPA (tramite questo stesso portale);
  • il versamento della tassa di concessione governativa di € 168,00. La tassa di concessione governativa è da versare sul c/c postale n° 8003 intestato a: “Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative”, causale: “Codice 8617 – Iscrizione Albo certificatori credito R&S”. La scansione fronte e retro del bollettino in un unico file in formato PDF è da caricare sul portale, come attestazione di avvenuto pagamento.
Ultimi giorni per il Seoul design award

Ultimi giorni per il Seoul design award

Le domande potranno essere inviate entro il prossimo 28 maggio Il Seoul design award scalda i motori. La manifestazione internazionale nata del 2018 si appresta a vivere la sua edizione 2024, con la premiazione che è attesa per ottobre. Dall’inizio di maggio sono...

L’eterno successo del Salone del Mobile

L’eterno successo del Salone del Mobile

Numeri da record per la manifestazione, sempre più punto di riferimento del design mondiale Il Salone del Mobile si conferma. Anzi, continua a crescere. Numeri da record per la manifestazione milanese, che si è chiusa lo scorso 21 aprile. Oltre 1.950 gli espositori...

Italia ancora regina europea del settore design

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

In arrivo il pacchetto Ue su disegni e modelli

In arrivo il pacchetto Ue su disegni e modelli

Al Parlamento europeo il voto per un settore che vale il 16% del Pil comunitario Due proposte per il “pacchetto su disegni e modelli”, finalizzate ad avere più garanzie di protezione e di tutela per un settore che vale il 16% del Pil europeo. Il Parlamento Ue si...

Centro Studi CNI: Rapporto sul mercato dei SIA

Centro Studi CNI: il mercato dei servizi di ingegneria e architettura (SIA) sembra ancora non aver trovato una rotta stabile E’ quanto emerge dal consueto Rapporto elaborato dal Centro Studi degli ingegneri sul monitoraggio dei bandi di progettazione nell'ambito dei...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest