PNRR: le competenze delle professioni ordinistiche per accelerare i processi

da | 30 Nov 2023 | In evidenza

Comunità energetiche 2023

Alla Cabina di regia sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza le proposte di ProfessionItaliane per ridurre gli adempimenti e favorire la semplificazione normativa e accelerare i processi

Affidare con ruolo di sussidiarietà i compiti della Pubblica Amministrazione ai professionisti ordinistici, che per le loro specifiche competenze e il loro ruolo di terzietà possono accelerare le procedure amministrative, contribuendo di conseguenza a ridurre gli adempimenti burocratici correlati al PNRR.

È una delle proposte appena presentate da ProfessionItaliane, l’Associazione costituita dal Comitato Unitario delle Professioni (CUP) e dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT) in rappresentanza di 23 Consigli Nazionali degli Ordini e oltre 2 milioni di professionisti, in occasione della Cabina di regia per il PNRR istituita, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministro agli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il PNRR, Raffele Fitto, per discutere della revisione del Piano approvata dalla Commissione europea.

Nel ribadire la disponibilità degli Ordini professionali a contribuire ad una rapida attuazione del PNRR, i vertici di CUP e RPT (rappresentati rispettivamente dai Presidenti Rosario De Luca e Armando Zambrano), hanno posto l’accento anche sulla possibilità di utilizzare le competenze e la preparazione dei professionisti per favorire una maggiore semplificazione normativa. In particolare, per ridurre l’impatto delle norme prescrittive, che possono rappresentare un limite all’applicazione di nuove tecnologie e all’utilizzo di competenze ed esperienze dei professionisti, completando il quadro normativo con le norme consensuali, prodotte dell’Ente Nazionale di Unificazione Normativa (UNI).

Pubblicità
Honeywell CLSS

Entrando nel merito delle proposte presentate al Ministro, l’Associazione ha evidenziato la necessità di attuare i Piani per la prevenzione sismica ed idrogeologica attraverso un uso sostenibile degli incentivi fiscali e di adeguare e aggiornare le norme in favore della capacità di concorrenza del nostro sistema Paese. Ad esempio, quelle riguardanti le Società tra Professionisti, l’equo compenso per gli incarichi della Pubblica Amministrazione, la normativa sulla sicurezza del lavoro, le misure per la tutela dell’agricoltura e del patrimonio boschivo, alcuni provvedimenti per la riorganizzazione del mondo sanitario che valorizzino le professionalità ordinistiche e nuove normative fiscali e previdenziali che tutelino maggiormente il cittadino. “I professionisti ordinistici, chiamati ad un aggiornamento professionale continuo, possono dare il loro contributo per efficientare il sistema Paese”, hanno dichiarato De Luca e Zambrano. “Il sistema ordinistico italiano è un valore aggiunto che va valorizzato ancora di più. È una peculiarità italiana che mettiamo a disposizione per centrare gli obiettivi del PNRR”, hanno aggiunto.

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest