Ok Ue ai fondi per lo stoccaggio dell’energia elettrica

da | 22 Dic 2023 | Meccanica ed efficienza energetica

Arriva il benestare europeo per il progetto italiano relativo alla costruzione e alla gestione di un sistema di stoccaggio centralizzato dell’energia elettrica

Approvato il regime italiano di aiuti che vale 17,7 miliardi di euro. Il 21 dicembre, infatti, la Commissione europea ha approvato il regime italiano (del valore di 17,7 miliardi di euro) a sostegno della costruzione del nuovo sistema, una misura che contribuirà alla realizzazione degli obiettivi del Green deal europeo. L’obiettivo finale del programma è quello di “integrare il sistema elettrico italiano delle fonti energetiche rinnovabili”.

Come spiegato dalla stessa Commissione, il regime sosterrà la costruzione di impianti di stoccaggio dell’energia elettrica con una capacità congiunta superiore a 9 GW/71 GWh. Un sistema che rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2033. Gli aiuti si tradurranno in pagamenti annuali finalizzati a sostenere i costi di investimento e di gestione sostenuti dagli sviluppatori dei sistemi di stoccaggio. “Una procedura di gara competitiva, trasparente e non discriminatoria permetterà di selezionare gli sviluppatori dei sistemi di stoccaggio di energia elettrica che richiederanno l’importo di aiuto più basso per volume di capacità offerta”, spiegano dalla Commissione. L’elenco delle tecnologie di stoccaggio di energia elettrica ammissibili sarà rivisto ogni due anni per tenere conto degli sviluppi tecnologici. Attualmente, le tecnologie ammissibili comprendono lo stoccaggio elettrochimico basato sugli ioni di litio e gli impianti di stoccaggio tramite pompa idraulica.

Uno dei punti cardine della misura sarà l’istituzione della “piattaforma di scambio time-shifting”, attraverso la quale “le capacità di stoccaggio saranno condivise e offerte ai terzi sotto forma di prodotti time-shifting standardizzati”. I beneficiari della misura, infatti, dovranno a mettere a disposizione gli impianti di stoccaggio sulla piattaforma. Il gestore assegnerà gli impianti per dare esecuzione ai contratti di time-shifting standard, un processo che faciliterà il lavoro dei produttori che utilizzano fonti energetiche rinnovabili.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Il benestare della Commissione è accompagnato da quattro considerazioni; la prima è che il regime “è necessario e adeguato ad accelerare gli investimenti nello stoccaggio dell’energia elettrica”. Inoltre, lo stesso è “proporzionato, in quanto il livello dell’aiuto corrisponde all’effettivo fabbisogno di finanziamento”. Gli aiuti, poi, “comportano un effetto di incentivazione in quanto gli impianti di stoccaggio sovvenzionati non sarebbero finanziariamente sostenibili senza l’intervento pubblico”. Infine, “gli aiuti producono effetti positivi che superano qualsiasi potenziale distorsione della concorrenza e degli scambi nell’Ue”.

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Ok al regime di aiuti che vale complessivamente 550 milioni di euro “Un passo importante in direzione della transizione”. Con queste parole il ministro dell’ambiente e la sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin ha commentato il via libera della Commissione...

Pubblicità
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • Blumatica Impianti Solari
  • banner Automazione ed Efficienza Energetica

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest