Nasce il polo dei microchip italiano

da | 12 Gen 2023 | Design

In legge di bilancio la nascita della Fondazione. Stanziati oltre 200 milioni di euro

L’Italia avrà un suo centro nazionale per i microchip.

O meglio, “Centro italiano per il design dei circuiti a semiconduttore”, come viene chiamato in legge di bilancio (legge 197/22). L’ultima manovra, infatti, istituisce una Fondazione con questo nome, con l’obiettivo di “promuovere la progettazione e lo sviluppo di circuiti integrati, rafforzare il sistema della formazione professionale nel campo della microelettronica e assicurare la costituzione di una rete di università, centri di ricerca e imprese che favorisca l’innovazione e il trasferimento tecnologico nel settore”. Con un investimento di quasi 200 milioni di euro.

Un nuovo istituto, quindi, che cercherà di implementare la strategia italiana di sviluppo tecnologico-digitale, fatta di molti progetti in partenza. I membri della Fondazione saranno il Mef, il ministero del made in Italy e il ministero dell’università. Con decreto del Mef verranno definiti poi ulteriori dettagli, come l’atto costitutivo e lo statuto della fondazione, la nomina degli organi sociali e i loro compensi e i criteri e le modalità di adesione di altri enti pubblici e soggetti privati alla fondazione.

Pubblicità

Al Centro potranno essere concessi in comodato gratuito beni immobili facenti parte del demanio e del patrimonio disponibile e indisponibile dello Stato. Inoltre, per lo svolgimento dei propri compiti, l’ente potrà avvalersi di personale, anche di livello dirigenziale “a tale scopo messo a disposizione su richiesta, secondo le norme previste dai rispettivi ordinamenti, da enti e da altri soggetti individuati ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196”. La fondazione potrà avvalersi anche della collaborazione di esperti e di società di consulenza nazionali ed estere, o di università e di istituti di ricerca.

Per la costituzione della Fondazione è previsto, come detto, un investimento di centinaia di milioni di euro. Per l’esattezza, di 10 milioni per il 2023 e di 25 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2030. Per il suo funzionamento, inoltre, è autorizzata una spesa di 5 milioni di euro all’anno a partire dal 2023.
La legge di bilancio non offre ulteriori dettagli su compiti e attività del nuovo ente, che saranno poi definiti con i decreti ministeriali di cui si parlava sopra. Di certo, l’investimento economico non è indifferente e le risorse sono già pronte per essere spese.

Cambia il codice di proprietà industriale

Cambia il codice di proprietà industriale

Promozione dei modelli in fiera, norme su brevetti e sulla professione di consulente Protezione temporanea dei disegni e dei modelli esposti nelle fiere, riduzione del periodo di tirocinio necessario per l’abilitazione all’esame di consulente di proprietà industriale,...

Brevetti: crescono le invenzioni in Europa

Brevetti: crescono le invenzioni in Europa

L'Italia delle invenzioni L’Italia delle invenzioni continua a crescere in Europa: sale del 2%, infatti, l’incremento delle domande di brevetto pubblicate dall’EPO (European Patent Office) nel 2021 rispetto al 2020, con 90 brevetti in più. Nel frattempo...

Firenze: spinta al design e alla cultura del progetto

Firenze: spinta al design e alla cultura del progetto

Una spinta tra professionisti e pubblico Architetti e associazione per il disegno industriale insieme per lo sviluppo della cultura del progetto tra professionisti e pubblico. È quanto realizzerà il protocollo tra la Fondazione architetti di Firenze e l’Adi,...

Brevetti, disegni e marchi: 46 milioni per i nuovi bandi

Brevetti, disegni e marchi: 46 milioni per i nuovi bandi

Brevetti+, Disegni+ e Marchi+: i bandi Dal prossimo 27 settembre le PMI potranno presentare le domande per richiedere gli incentivi previsti dalle misure Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, per le quali sono state stanziate risorse complessive pari a 46 milioni di euro. È...

Un piano di 450 milioni di euro per il trattamento dei rifiuti

Dal ministero dell'ambiente il decreto che finanzia 65 progetti con i fondi del Pnrr Dal ministero dell'ambiente 450 milioni di euro per finanziare 65 progetti innovativi per la realizzazione di impianti di trattamento e riciclaggio e recupero materia. È quanto...

Robot e automazione volano in Italia

Il settore è cresciuto del 14,6% lo scorso anno, con prospettive più che positive anche per il 2023 Vola l’industria italiana di macchine utensili, robot e automazione. Dopo un 2021 già positivo, nel 2022 si sono registrati incrementi in doppia cifra, con prospettive...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest