Musei civici: online le risorse per realizzare siti web

da | 2 Mag 2024 | Informatica

Tra alle novità in materia di innovazione digitale, il nuovo modello per i siti internet dei musei

Rappresenta senza dubbio un punto cardine della volontà di ‘digitalizzazione intelligente’ della cultura italiana, perché imprescindibile e non rimandabile, soprattutto in un momento nel quale la richiesta è molto alta, soprattutto nelle città d’arte.

Su queste basi, quindi, Designers Italia ha creato il nuovo modello per i siti dei musei civici, con l’obiettivo di creare siti web dei musei che rispondono ai bisogni degli utenti e fornire ai visitatori un chiaro punto di riferimento per trovare con facilità le informazioni di cui hanno bisogno.

Si tratta di risorse standard, collaudate e testate, aperte a tutti che comprendono, tra le altre cose:

Pubblicità
Honeywell CLSS
  • l’architettura dell’informazione;
  • la struttura del sito;
  • i menu di navigazione;
  • le diverse tipologie di contenuto;
  • la libreria dei componenti UI;
  • i prototipi navigabili.

Quindi, il focus principale è rappresentato dalla valorizzazione del patrimonio culturale semplificando l’esperienza di chi cerca informazioni sui siti museali.

Del resto – spiega il Dipartimento della Trasformazione Digitale – promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale attraverso strumenti digitali rappresenta un obiettivo cruciale nell’ambito della cultura italiana. La diversità di questa ricchezza culturale si riflette anche nell’organizzazione e nella gestione della trasformazione digitale.

Il sito web rappresenta il primo punto di contatto per i cittadini interessati a conoscere un museo civico, la sua offerta e a organizzare una visita. La facilità d’uso, la chiarezza dei contenuti e la prontezza nel reperire le informazioni influenzano notevolmente l’esperienza complessiva del visitatore e, di conseguenza, il successo del museo nell’attrarre pubblico.

Il modello per i musei civici gioca un ruolo fondamentale nel favorire la scoperta del patrimonio culturale, promuovendo mostre ed eventi, proponendo percorsi turistici e semplificando l’acquisto dei biglietti, facilitando così l’accesso a chi desidera godere delle bellezze artistiche e culturali.

L’obiettivo nel mettere a disposizione questo modello è duplice: da un lato, armonizzare l’esperienza d’uso per i cittadini e, dall’altro, consentire agli enti di migliorare la presentazione e la gestione delle informazioni sui propri siti web.

Il modello di Designer Italia è stato progettato in modo da soddisfare al meglio le esigenze di tutti gli attori coinvolti: visitatori, responsabili dei musei e sviluppatori.

Ciò è stato reso possibile grazie a un approccio iterativo coinvolgendo direttamente gli stakeholder, seguendo le linee guida di design per garantire un’usabilità ottimale.

A livello operativo, l’adozione del modello permette di aderire più facilmente alle migliori pratiche di progettazione, fornendo allo stesso tempo ai cittadini un’esperienza coerente tra le varie amministrazioni.

All’interno della pagina di riferimento – infine – è anche possibile navigare in un esempio di sito desktop e di uno mobile.

Italia in ritardo sulle competenze digitali

Italia in ritardo sulle competenze digitali

Su 27 paesi dell’Unione europea siamo al 23° posto rispetto alle competenza digitali Decennio digitale e capitale umano: il ritardo dell’Italia nelle competenze. Basterebbe il titolo del report pubblicato dall’Istat il 21 giugno per inquadrare la situazione delle...

Ok definitivo al ddl sulla cybersicurezza

Ok definitivo al ddl sulla cybersicurezza

Cybersicurezza, Testo approvato dal Senato. Obbligo di segnalazione immediata degli attacchi subiti dalla Pa La legge per la tutela contro i reati informatici è realtà. Il 19 giugno, infatti, il Senato ha approvato in via definitiva il ddl Atto Senato 1143 recante...

Il Ddl IA arriva in Senato

Il Ddl IA arriva in Senato

Ddl IA: Testo presentato in commissione. A giorni l’ok sulla cybersicurezza Il disegno di legge italiano sull’Intelligenza artificiale inizia il suo percorso in Parlamento. È partita, infatti, la discussione in commissione sul Ddl approvato in via preliminare dal...

Pubblicità
  • Box Area Tematica Blumatica
  • Obo Bettermann

Sfoglia la rivista Opificium! E’ online il n°3-2024 (maggio-giugno)

E’ online il n. 3-2024 di Opificium Sfoglialo ora! E’ online il numero 3-2024 (maggio – giugno) della rivista Opificium – Osservatorio dei Periti Industriali su formazione, industria, cultura d’impresa, università e management / La Rivista del Perito Industriale....

Filiera formativa tecnologico-professionale, 4+2 in arrivo

Iniziata la discussione alla Camera sulla riforma Valditara, che cambia il mondo degli Its Corre spedita la riforma Valditara per l’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, che porterà al nuovo modello 4+2. Lo scorso 3 luglio, infatti, la...

Fondazione Super, ampia adesione per l’ingresso di Stefano Cervi

Si rafforza la collaborazione tra il Cnpi e la Scuola universitaria per le professioni tecniche dell’Emilia Romagna (SUPER) con l’elezione del consigliere nazionale del CNPI Stefano Cervi nel Consiglio di indirizzo della Fondazione. Stefano Cervi, perito industriale...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest