Meloni in Giappone affronta lo «spettro» dell’Intelligenza artificiale a danno di alcune professioni

da | 5 Feb 2024 | Primo piano

Giorgia Meloni in Giappone: torna sul tema delle conseguenze negative che l’Intelligenza artificiale può avere sul lavoro per alcune professioni

Il «tam tam» delle conseguenze negative che lo sviluppo tecnologico potrebbe continuare ad avere sul lavoro approda (anche) in Giappone, nel corso della visita che la presidente del Consiglio Giorgia Meloni sta effettuando, in queste ore, nel Paese asiatico.

«Siamo di fronte alla reale possibilità che molte professioni, anche altamente qualificate, vengano rapidamente sostituite da algoritmi, causando crisi sociali e contribuendo ad ampliare il divario tra ricchi e poveri, spazzando potenzialmente la classe media», ha argomentato la numero uno del governo, in un’intervista ad un quotidiano nipponico, nel giorno del suo «faccia a faccia» col primo ministro giapponese Fumio Kashida, ribadendo che la presidenza italiana del G7 porrà fortemente l’accento sul tema dell’Intelligenza artificiale, in continuità con il «lavoro straordinario» svolto dalla nazione orientale nel 2023, operando per «richiamare l’attenzione su una tecnologia che può generare grandi opportunità, ma può anche nascondere enormi rischi per le nostre società».

Conversando con il giornale, inoltre, Meloni ha specificato che sarà compito dell’Esecutivo coinvolgere negli approfondimenti sia le aziende, sia la società civile e i sindacati per «dare risposte a quello che rappresenta un rischio concreto per i nostri occupati», evidenziando che «i sistemi di Intelligenza artificiale generativa possono avere un impatto decisivo sul mondo del lavoro, sull’informazione, sugli equilibri globali e sulla nostra sicurezza».

Pubblicità
Honeywell CLSS

È utile ricordare che 1° gennaio 2024 l’Italia ha assunto, per la settima volta, la presidenza del G7 (il gruppo dei «grandi» della Terra, che riunisce, oltre alla nostra Penisola, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d’America, e al quale partecipa anche l’Unione europea), che durerà fino al 31 dicembre di quest’anno, articolato in un programma di riunioni tecniche ed eventi istituzionali che si articolerà lungo tutto il territorio nazionale, e il cui appuntamento principale, il vertice dei leader delle nazioni e dell’Ue, si svolgerà dal 13 al 15 giugno prossimi, in Puglia.

Tra le priorità della presidenza italiana vi sarà la difesa del sistema internazionale basato sulla forza del diritto, rammenta lo stesso governo, e verrà dedicata grande importanza alle questioni migratorie, ma verranno pure poste all’ordine del giorno alcune tra le principali sfide dei nostri tempi, tra cui il nesso clima-energia e la sicurezza alimentare; nelle intenzioni delle maggiori economie del Pianeta, poi, il G7 porterà su di sé la responsabilità e il dovere di individuare, insieme ai suoi partner globali, soluzioni innovative.

Come evocato da Meloni in Giappone, i fari verranno proiettati anche sull’Intelligenza artificiale, analizzandone le conseguenze, tali da poter incidere sugli equilibri geopolitici. «È necessario – recita, dunque, in conclusione, la pagina web approntata dalla presidenza del Consiglio dei ministri – sviluppare meccanismi di «governance» e fare in modo che l’Intelligenza artificiale sia incentrata sull’uomo e controllata dall’uomo, dando applicazione concreta al concetto di algoretica».

https://www.opificiumagazine.it/lintelligenza-artificiale-viene-usata-solo-nell15-delle-aziende-italiane/ 

 

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest