Manovra, in settimana previsto il maxi-emendamento del governo

da | 27 Nov 2023 | In evidenza

Comunità energetiche 2023

L’iter (governativo e parlamentare) della Legge di Bilancio per il 2024 prosegue, con l’ipotesi che, in tempi brevi, possa arrivare il maxi-emendamento con le correzioni dell’Esecutivo, incluse quelle sul «giro di vite» per le pensioni dei medici e di altre categorie professionali

Nel frattempo, nel fine settimana appena trascorso, sono arrivate parole nette sull’andamento finanziario del nostro Paese: le correzioni alla rotta del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) di recente licenziate dalla Commissione europea, ha spiegato la premier Giorgia Meloni, sono frutto di un lavoro «faticosissimo», portato avanti con «coraggio» mentre qualcuno «diceva che fosse impossibile rivedere il Pnrr e che era una follia» solo proporre di aggiornarlo. L’obiettivo, è stato, invece, raggiunto e ora le risorse vanno messe a terra. Una grossa fetta, 12,4 miliardi, sono per le imprese, ha rammentato.

A seguire, il ministro delle Imprese e del made in Italy Adolfo Urso ha riepilogato i capitoli del «restyling» del Piano: «Questi 10 miliardi in più si aggiungono ai 19 già destinati al nostro ministero e insieme agli 8 del fondo complementare portano una dote del dicastero, derivante dal risorse del Pnrr a 37 miliardi, che investiremo completamente nei prossimi 2 anni a sostegno dello sviluppo e della crescita del sistema produttivo italiano». Si tratta, ha precisato, di «12,4 miliardi in più per le imprese, 2,8 mld per imprese agricole e il resto quasi 10 miliardi in più per le imprese nella loro transizione tecnologica, green e digitale».

A preoccupare, invece – e destare l’ira delle opposizioni – è la parte di revisione del Pnrr da parte dell’Ue che taglia oltre 100.000 posti per gli asili nido (da 264.480 posti a 150.480), però l’Esecutivo ha garantito che si continuerà ad investire sui luoghi per l’infanzia, per i quali sono in arrivo due nuovi piani.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Quanto al ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti, ha osservato come con la manovra il governo sia ricorso al deficit: 15,7 miliardi su 24, ma ha percorso questa strada, ha evidenziato, per dare «qualcosa in più in busta paga» ai redditi medio-bassi e «ridare fiato ai bilanci in difficoltà delle famiglie».

La settimana, comunque, sarà impegnativa, per la squadra di Meloni: si parte, infatti, in giornata con il vertice con maggioranza e opposizione sul cosiddetto decreto anticipi per iniziare il voto sugli emendamenti, mentre domani è atteso il tavolo con i sindacati sulla manovra, da cui potrebbe arrivare qualche novità sulla «stretta» alle pensioni di statali e «camici bianchi». Il Parlamento, però, avrà spazi di manovra quasi del tutto inesistenti: le poche modifiche ammesse le farà il governo in un maxiemendamento, che dovrebbe contenere anche la specifica sulla cedolare secca per gli affitti brevi. «Prima della fine dell’anno» ci saranno le regole per il comparto, ha garantito la ministra del Turismo Daniela Santanchè.

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest