Dalla manovra fondi per la cybersecurity e agricoltura 4.0

da | 15 Dic 2022 | Informatica

Implementazione della strategia nazionale e aiuti alle imprese agricole in ambito digitale

Dalla legge di bilancio nuove risorse per cybersecurity e agricoltura 4.0.

Anche se, in particolare sul primo versante, gli operatori del settore si aspettavano un investimento più massiccio. Questo nonostante la manovra stanzi oltre 420 milioni di euro per migliorare le performance italiane, però da qui al 2037.
È l’articolo 154 a introdurre “misure in materia di strategia nazionale di cybersicurezza”, adottata con dpcm lo scorso 17 maggio, andando a implementare quanto previsto dal Pnrr.

Per prima cosa, viene quindi istituito il “Fondo per l’attuazione della strategia nazionale di cybersicurezza”, destinato a finanziare “gli investimenti volti al conseguimento dell’autonomia tecnologica in ambito digitale, nonché l’innalzamento dei livelli di cybersicurezza dei sistemi informativi nazionali, con una dotazione di 70 milioni di euro per l’anno 2023, di 90 milioni di euro per l’anno 2024, di 110 milioni di euro per l’anno 2025 e di 150 milioni di euro annui dal 2026 al 2037”. Poi, un altro fondo, quello per la gestione della cybersicurezza, con una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro per l’anno 2023, 50 milioni di euro per l’anno 2024 e 70 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2025.

Pubblicità

Le risorse andranno ad aggiungersi a quelle “già assegnate a tal fine”. L’agenzia per la cybersicurezza, oltre a coordinare e monitorare l’attuazione del piano di implementazione della strategia nazionale, avrà il compito di sviluppare “una rilevazione dei fabbisogni finanziari necessari alle amministrazioni individuate come attori responsabili nell’ambito del predetto piano”, così da avere contezza delle risorse necessarie e poter quindi immaginare una rimodulazione degli stanziamenti.

L’articolo 77, invece, porterà alla creazione del “Fondo per l’innovazione in agricoltura”, con una dotazione di 75 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. L’obiettivo del fondo è quello di “favorire lo sviluppo di progetti di innovazione finalizzati all’incremento della produttività nei settori dell’agricoltura, della pesca e dell’acquacoltura attraverso la diffusione delle migliori tecnologie disponibili per la gestione digitale dell’impresa, per l’utilizzo di macchine, di soluzioni robotiche, di sensoristica e di piattaforme e infrastrutture 4.0, per il risparmio dell’acqua e la riduzione dell’impiego di sostanze chimiche, nonché per l’utilizzo di sottoprodotti”.

Tramite il fondo, potranno essere concesse agevolazioni alle imprese, anche “attraverso voucher”, che potranno riguardare anche la concessione di contributi a fondo perduto e di garanzie su finanziamenti, o aiuti per la sottoscrizione di quote o di azioni di uno o più fondi per il venture capital.

Continua la crescita del digitale in Italia

Continua la crescita del digitale in Italia

Spid, Cie e App io in grande espansione. Oltre 61 miliardi tramite PagoPa Continua a correre il digitale in Italia. Numeri record anche per il 2022, con 33,5 milioni di Spid, 32,7 milioni di carte d’identità elettroniche e oltre 61 miliardi di euro di pagamenti online...

Una spinta al digitale nei comuni

Una spinta al digitale nei comuni

Accordo tra l’Anci e il dipartimento per l’innovazione tecnologica Una spinta alla digitalizzazione dei comuni italiani. È questo l’obiettivo principale del protocollo di intesa che verrà presto siglato tra il dipartimento per l’innovazione digitale e l’Anci,...

Da stati nazionali: minaccia attacchi informatici

Da stati nazionali: minaccia attacchi informatici

La minaccia di attacchi informatici arriva sempre di più dagli stati nazionali Nell’ultimo anno, le operazioni orchestrate da enti e organizzazioni statali sono passate dal 20 % al 40 % del totale, con un plausibile importante impatto della guerra in Ucraina, visto...

Un piano di 450 milioni di euro per il trattamento dei rifiuti

Dal ministero dell'ambiente il decreto che finanzia 65 progetti con i fondi del Pnrr Dal ministero dell'ambiente 450 milioni di euro per finanziare 65 progetti innovativi per la realizzazione di impianti di trattamento e riciclaggio e recupero materia. È quanto...

Robot e automazione volano in Italia

Il settore è cresciuto del 14,6% lo scorso anno, con prospettive più che positive anche per il 2023 Vola l’industria italiana di macchine utensili, robot e automazione. Dopo un 2021 già positivo, nel 2022 si sono registrati incrementi in doppia cifra, con prospettive...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest