Le nuove professioni del design

da | 4 Lug 2024 | Design

Venti figure principali, al centro interdisciplinarità e trasversalità

Sono venti le principali nuove figure professionali nel campo del design. Un comparto che ha sempre più a che fare con l’Intelligenza artificiale, con la soluzione più adottata che è il digital interaction design. I numeri vengono dalla Fondazione Symbola, che insieme a Deloitte, a Poli. Design e ad Adi (Associazione disegno industriale) ha pubblicato nuovi dati aggiuntivi al report design economy, redatto ogni anno dal 2017.

Per prima cosa, un po’ di numeri: “all’interno del perimetro europeo, l’universo del progetto rappresenta un vero e proprio elemento competitivo: l’industria manifatturiera vanta una preminenza su scala globale. Il settore vede infatti all’attivo oltre 270mila imprese che impiegano circa 330mila addetti, generando, secondo gli ultimi dati del 2022, ben 28,6 miliardi di euro di fatturato, ovvero il 14,4% in più di quanto riportato da Eurostat relativamente all’anno precedente. In questo scenario l’Italia rappresenta una posizione di primato: gli addetti costituiscono il 19,7% e il fatturato il 22,3%”, si legge nel report.

In termini di addetti, il Belpaese si contraddistingue in senso positivo (+8,6%), nonostante figuri indietro rispetto alla media comunitaria (+9,6%). Primeggia la Francia, con Italia e Polonia a seguire. Secondo i dati dell’Eurostat in termini di imprese, l’Italia si colloca dietro solo alla Francia e ai Paesi Bassi, con un’incidenza sul totale dell’Unione Europea pari al 16,3%. Rispetto al numero di imprese, il report evidenzia che “il +6,0% registrato in Italia conferma come il design costituisca un ambito di interesse per la nuova imprenditorialità, pur se con una dinamica di crescita più lenta rispetto a quella dell’intera Unione Europea (+10,4%), trainata dalle performance della Francia (+34,2%) che, tuttavia, appare in larga parte conseguente a modifiche nelle modalità di classificazione delle imprese, specie quelle con al massimo un addetto e i liberi professionisti”.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Un focus specifico, come accennato, riguarda le nuove figure del design. Vengono individuate 20 figure, dall’inclusion and accessibility design al digital content strategist, fino al design engineer. “Le figure emerse”, spiegano ancora da Symbola, “sono state inoltre classificate in base al grado di consapevolezza, dalle più riconosciute dagli addetti ai lavori alle più prospettiche, dopo essere state esaminate da imprese e progettisti per valutare il livello di consapevolezza e per identificare quelle effettivamente “emergenti” nei prossimi cinque anni attraverso la somministrazione di un questionario ad un target internazionale di addetti ai lavori e alla realizzazione di focus group”.

Per quanto riguarda l’Intelligenza artificiale, emerge che l’AI generativa viene utilizzata frequentemente da 35,6% degli operativi, mentre le imprese con oltre 10 addetti esprimono un maggiore utilizzo rispetto alla media (48,5%). Rispetto ai vantaggi competitivi, viene messa in luce la collaborazione virtuale in team di lavoro allargati (45,7%), come l’uso di piattaforme online, traduzione automatica, brainstorming assistito dall’AI. Al secondo posto, tra i benefici, emerge la riduzione dei tempi di sviluppo dei progetti (42%), con riferimento alla progettazione generativa o alla prototipazione veloce e al testing. Al terzo posto, la personalizzazione di prodotti, servizi ed esperienze per l’utilizzatore finale (37,7%), come l’adattamento automatico di contenuti, immagini o interfaccia utente sulla base delle sue preferenze, modellazione 3D o customizzazione.

Ultimi giorni per il Seoul design award

Ultimi giorni per il Seoul design award

Le domande potranno essere inviate entro il prossimo 28 maggio Il Seoul design award scalda i motori. La manifestazione internazionale nata del 2018 si appresta a vivere la sua edizione 2024, con la premiazione che è attesa per ottobre. Dall’inizio di maggio sono...

L’eterno successo del Salone del Mobile

L’eterno successo del Salone del Mobile

Numeri da record per la manifestazione, sempre più punto di riferimento del design mondiale Il Salone del Mobile si conferma. Anzi, continua a crescere. Numeri da record per la manifestazione milanese, che si è chiusa lo scorso 21 aprile. Oltre 1.950 gli espositori...

Italia ancora regina europea del settore design

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Sfoglia la rivista Opificium! E’ online il n°3-2024 (maggio-giugno)

E’ online il n. 3-2024 di Opificium Sfoglialo ora! E’ online il numero 3-2024 (maggio – giugno) della rivista Opificium – Osservatorio dei Periti Industriali su formazione, industria, cultura d’impresa, università e management / La Rivista del Perito Industriale....

Filiera formativa tecnologico-professionale, 4+2 in arrivo

Iniziata la discussione alla Camera sulla riforma Valditara, che cambia il mondo degli Its Corre spedita la riforma Valditara per l’istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale, che porterà al nuovo modello 4+2. Lo scorso 3 luglio, infatti, la...

Fondazione Super, ampia adesione per l’ingresso di Stefano Cervi

Si rafforza la collaborazione tra il Cnpi e la Scuola universitaria per le professioni tecniche dell’Emilia Romagna (SUPER) con l’elezione del consigliere nazionale del CNPI Stefano Cervi nel Consiglio di indirizzo della Fondazione. Stefano Cervi, perito industriale...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest