Il lavoro irregolare continua a essere una costante

da | 2 Nov 2022 | Competenze multidisciplinari

82% i casi irregolari nei primi nove mesi dell’anno

Il lavoro irregolare continua a farla da padrone in Italia. Su 12.522 controlli effettuati dall’Ispettorato nazionale del lavoro nei primi nove mesi dell’anno, infatti, sono state rilevate irregolarità nell’82% dei casi. Numeri simili si sono riscontrati anche nella recente iniziativa lanciata dal nuovo ministro del lavoro Marina Calderone, che il 28 ottobre ha avviato una serie di controlli a tappeto nei cantieri, trovando violazioni nell’86% dei casi.

Scarse tutele in materia di sicurezza e salute

Un fenomeno, dunque, che continua a essere centrale nel mercato italiano, fatto di inquadramenti fasulli, contratti fantasiosi (o inesistenti), lavoro nero e scarse tutele in materia di sicurezza e salute. Il report Inl, come detto, parla di 12.522 ispezioni effettuate che hanno riguardato tutti i settori produttivi, con un focus particolare su quelli a maggiore rischio infortunistico, tra i quali l’edilizia. In più di otto casi su dieci, quindi, sono state riscontrate irregolarità. Sono 6.196 i provvedimenti di sospensione dell’attività di impresa complessivamente adottati: 4.085 per impiego di personale in nero e 2.111 per gravi violazioni in materia di salute e sicurezza. A seguito dell’adozione delle sospensioni, l’83% delle imprese ha provveduto alla regolarizzazione e, conseguentemente, i provvedimenti adottati dagli ispettori sono stati revocati.

Irregolarità nei cantieri

L’iniziativa del ministero è stata avviata invece nell’ambito della vigilanza “110 in sicurezza”, coordinata sempre con l’Inl. Il 27 ottobre scorso è andata in scena un’operazione straordinaria che ha riguardato 377 cantieri in tutta Italia. Le verifiche, che hanno interessato 794 aziende operanti nei cantieri ispezionati e 1910 posizioni lavorative, hanno portato all’adozione di 194 provvedimenti di sospensione delle attività d’impresa, di cui 133 per gravi violazioni in materia di sicurezza e 61 per lavoro nero. Sono state individuate: 474 aziende irregolari, 347 posizioni lavorative irregolari, 112 lavoratori c.d. “in nero”, tra cui 1 minore e 41 lavoratori extra-UE, tra i quali 19 senza permesso di soggiorno, 763 prescrizioni per violazioni in materia di sicurezza e 194 sospensioni dell’attività d’impresa, per una percentuale di irregolarità dell’86%. In materia di salute e sicurezza, le irregolarità maggiori hanno riguardato le cadute dall’alto e la mancata protezione delle aperture verso il vuoto, l’irregolarità dei ponteggi e l’utilizzo di ponteggi non autorizzati, il rischio elettrico, il mancato controllo delle gru, l’omessa fornitura e utilizzo dei Dpi. Supera i 3 milioni di euro il valore delle sanzioni comminate.

Pubblicità
Honeywell CLSS
Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Un Superbonus per le assunzioni

Un Superbonus per le assunzioni

L’annuncio del viceministro Leo a margine del Cdm che ha approvato il Dl Coesione Una super deduzione al 120% per le assunzioni, per creare una sorta di “Superbonus del lavoro”. A ciò si aggiungono una serie di incentivi per l’autoimprenditorialità, con un occhio ben...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Simulazione Regolarità Contributiva Inail: nuovo servizio online

Nuovo Servizio Online per la Simulazione della Regolarità Contributiva INAIL L’INAIL, con istruzione operativa del 6 giugno, è intervenuta in tema regolarità contributiva, per la quale sappiamo che l’articolo 4 del decreto-legge 34/2014, convertito con modifiche dalla...

Doggy bag o mezze porzioni nel menù obbligatorie

Al via in Senato l’iter del disegno di legge contro lo spreco alimentare Un logo per la doggy bag, quindi per incentivare il consumo da asporto di pasti non finiti al ristorante, che dovrà essere mezzo ben in vista. Una spinta alle mezze porzioni o ai menù per...

Il Ddl IA arriva in Senato

Ddl IA: Testo presentato in commissione. A giorni l’ok sulla cybersicurezza Il disegno di legge italiano sull’Intelligenza artificiale inizia il suo percorso in Parlamento. È partita, infatti, la discussione in commissione sul Ddl approvato in via preliminare dal...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest