In arrivo il pacchetto Ue su disegni e modelli

da | 26 Mar 2024 | Design

Al Parlamento europeo il voto per un settore che vale il 16% del Pil comunitario

Due proposte per il “pacchetto su disegni e modelli”, finalizzate ad avere più garanzie di protezione e di tutela per un settore che vale il 16% del Pil europeo. Il Parlamento Ue si appresta a votare, entro la fine di marzo, il testo frutto dell’accordo raggiunto tra Parlamento e Consiglio europeo lo scorso dicembre. Si tratta della prima revisione della direttiva e del regolamento sui disegni e i modelli, targati rispettivamente 1998 e 2002.

Le proposte derivano dall’attività della commissione giuridica Juri, che dopo le analisi e il compromesso raggiunto tra Consiglio e Parlamento, ha dato il suo ok definitivo ai provvedimenti a gennaio 2024. Sono quattro i punti cardine delle nuove regole, ognuno dedicato a uno specifico ambito del comparto.

Il primo riguarda proprio i “Prodotti e disegni e modelli”, come si legge nel testo messo a disposizione dal Parlamento Ue. Il principio base è che, al fine di rendere la tutela dei disegni e modelli adeguata alle esigenze future in un contesto di sviluppi tecnologici (come il metaverso, i token non fungibili e la stampa 3D), la protezione si applica “anche ai prodotti non incorporati in un oggetto fisico o resi in forma non fisica. Inoltre, i disegni e modelli includeranno anche il movimento, le transizioni o qualsiasi altro tipo di animazione del disegno o modello”. Una copertura estesa, quindi, che dia più garanzie all’ideatore del prodotto, sempre più in difficoltà a tutelare la propria inventiva a causa dei molti sistemi di riproduzione e di diffusione di contenuti.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Il secondo punto riguarda le tasse. Si spiega, innanzitutto, come la durata della protezione di un modello o di un disegno registrato nell’Ue sia di cinque anni, con la possibilità di ottenere una proroga per periodi da cinque a 25 anni. È stato deciso di fissare a 350 euro la tassa di registrazione iniziale, con un adeguamento delle tasse di rinnovo “per incoraggiare i singoli autori e le piccole e medie imprese a proteggere i propri disegni e modelli”.

Il terzo punto riguarda la clausola di riparazione. Le nuove norme, infatti, liberalizzano il mercato dei pezzi di ricambio utilizzati per la riparazione di prodotti complessi come gli autoveicoli e prevedono un periodo di transizione di otto anni (a partire dalla data di entrata in vigore della direttiva) prima che la clausola di riparazione dell’Ue sia applicabile.

Infine, il campo di applicazione. Le regole saranno valide in tutta l’Unione europea a partire dalla loro entrata in vigore, mentre gli stati membri avranno a disposizione tre anni per adottare “le misure necessarie al recepimento nel diritto nazionale della direttiva sulla protezione giuridica dei disegni e modelli”.

Italia ancora regina europea del settore design

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Il design raccontato al cinema

Il design raccontato al cinema

Al via a Milano l’11^ edizione del design film festival, cinema e design sul grande schermo Unire cinema e design per portare sul grande schermo i temi e le ultime novità del settore. Architettura e macchina da presa, grandi designer e cineasti emergenti, riuniti per...

Pronta a partire la nuova biennale del design a Doha

Pronta a partire la nuova biennale del design a Doha

La manifestazione in programma dal 24 al 28 febbraio nel Doha design district Con una importante presenza dell’Italia, il prossimo 24 febbraio, infatti, partirà la prima edizione di “Design Doha”, la biennale del design organizzata da Qatar museums che vuole diventare...

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest