Pubblicità
martedì, 30 Novembre 2021
Pubblicità
Pubblicità

Gaetano Stella, confermato presidente di Cadiprof

-

L’Assemblea dei Soci di martedì 23 novembre 2021 ha nominato il nuovo Comitato esecutivo di Cadiprof, la Cassa di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori degli studi professionali. Gaetano Stella è stato riconfermato presidente della Cassa in rappresentanza di Confprofessioni; vicepresidente è stato eletto Michele Carpinetti, sindacalista della Filcams-Cgil. Il Comitato esecutivo di Cadiprof si completa con le designazioni di Raffaele Loprete, Andrea Parlagreco e Vincenzo Schiavo in rappresentanza di Confprofessioni; di Calogero Lo Castro (Confedertecnica), Vincenzo Brunetti (Cipa), Danilo Lelli (Filcams-Cgil), Aurora Blanca e Dario Campeotto (Fisascat-Cisl), Gabriele Fiorino e Giuseppe Zimmari (Uiltucs-Uil). Il collegio sindacale risulta composto da Francesco Paolo Fazio (presidente, designato da Uiltucs-Uil), Marco Cuchel (Confprofessioni) e Franca Platino (Fisascat-Cisl)

«In questi anni Cadiprof ha raggiunto importanti livelli di assistenza sanitaria integrativa a favore della platea dei dipendenti degli studi professionali. La sua capacità di reazione all’emergenza sanitaria, con l’introduzione di numerose garanzie mirate a proteggere i lavoratori durante la pandemia, non solo ha raccolto ampi consensi tra i dipendenti degli studi ma è stata apprezzata in tutto il panorama del welfare nazionale», ha dichiarato il presidente Stella. «L’efficacia delle politiche di assistenza sanitaria integrativa finora messe in campo hanno permesso una crescita esponenziale delle adesioni e una maggior stabilizzazione dei rapporti di lavoro. Ed è in questa direzione che dovrà orientarsi il nuovo Comitato esecutivo, implementando ulteriormente le prestazioni a favore dei lavoratori e delle loro famiglie».

«Sono molto grato alle parti sociali della fiducia che mi hanno concesso nell’assumere l’incarico di vicepresidente di Cadiprof», ha aggiunto Carpinetti. «Il settore del lavoro professionale ha bisogno di tutele e di servizi che il sistema bilaterale ha dimostrato di poter fare bene in rappresentanza di lavoratori e studi che hanno un ruolo non secondario nello scenario economico e sociale del Paese».

Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

Pubblicità

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.