Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

da | 11 Apr 2024 | Competenze multidisciplinari

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo

Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe Valditara, avvenuto lo scorso 31 gennaio, la commissione cultura della Camera sta portando avanti i lavori per arrivare all’ok anche a Montecitorio in tempi brevi.

Ad inizio aprile (il 3) sono stati esaminati alcuni emendamenti al testo, che porterà importanti modifiche al mondo dell’istruzione tecnico-professionale.

Uno dei punti cardini della normativa è l’introduzione del modello 4+2, ovvero quattro anni di scuola superiore più due negli Its academy. Una proposta che ha fatto discutere, commentata anche dallo stesso Valditara: “Non si tratta dunque di ridurre di un anno i programmi alle superiori ma di avere programmi rivisti e potenziati su 4 anni, mantenendo inalterato il numero dei docenti e dunque avendo più insegnanti per classe. Il nostro obiettivo è che i giovani abbiano la preparazione adeguata per trovare più rapidamente un impiego qualificato e che le imprese abbiano le professionalità necessarie per essere competitive”, le parole del ministro.

Pubblicità
Honeywell CLSS

Il ddl è composto da 4 articoli, ma risulta comunque molto corposo. L’istituzione della filiera arriva direttamente all’articolo 1. Viene disposto che “al fine di rispondere alle esigenze educative, culturali e professionali delle giovani generazioni e alle esigenze del settore produttivo nazionale”, sia istituita, a decorrere dall’anno scolastico e formativo 2024/2025, la filiera formativa tecnologico-professionale, “costituita dai percorsi sperimentali del secondo ciclo di istruzione, dai percorsi formativi degli Istituti tecnologici superiori (Its Academy), dai percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) e dai percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts)”.

Nell’ambito della filiera formativa “sono attivati percorsi quadriennali sperimentali di istruzione secondaria di secondo grado”, questo “assicurando agli studenti il conseguimento delle competenze di cui al profilo educativo, culturale e professionale dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado, nonché delle conoscenze e delle abilità previste dall’indirizzo di studi di riferimento”.

Le regioni e gli uffici scolastici potranno siglare accordi con le singole Its academy per integrare e ampliare l’offerta formativa in funzione delle esigenze del settore o del territorio.

Il ddl, poi, definisce la struttura tecnica per la promozione della filiera, che a decorrere dal 1° gennaio 2024 è istituita presso il ministero. Questa sarà accompagnata da un comitato di monitoraggio nazionale, sempre in seno al ministero.

Infine, verrà istituito un fondo nello stato di previsione del ministero per la promozione dei campus della filiera formativa tecnologico-professionale di 10 milioni di euro per il 2024 e di 5 milioni di euro per il 2025 e per il 2026.

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Un Superbonus per le assunzioni

Un Superbonus per le assunzioni

L’annuncio del viceministro Leo a margine del Cdm che ha approvato il Dl Coesione Una super deduzione al 120% per le assunzioni, per creare una sorta di “Superbonus del lavoro”. A ciò si aggiungono una serie di incentivi per l’autoimprenditorialità, con un occhio ben...

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest