Esposito (CNPI): “Periti Industriali centrali per il Paese”

da | 5 Apr 2024 | Interviste

Dalla rivoluzione green a quella digitale, dall’edilizia alle filiere del made in Italy, dall’informatica all’elettronica: la ripartenza dell’Italia passa anche dai Periti industriali

Professionisti che grazie anche alle lauree professionalizzanti potrebbero ricoprire un ruolo sempre più centrale nell’Italia di oggi.

È quanto spiega il Presidente del Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati, Giovanni Esposito, ai microfoni dell’Agenzia “Dire” spiegando la nascita e il riconoscimento, nel 1929, della Categoria dei Periti Industriali: una professione che ha permesso di ricostruire l’Italia post-bellica” e che si compone di 27 specializzazioni e di oltre 38 mila iscritti distribuiti in 97 sedi territoriali. “Si parla sempre di mestieri che non esistono più, ma quello del Perito Industriale ha alcune specializzazioni che, anche se sembrano obsolete, si sono solo trasformate”, precisa Esposito, che invita i giovani, su cui la Categoria negli ultimi anni sta puntando molto, ad “indirizzarsi verso questi percorsi di laurea”.

Percorsi di studio che saranno sempre più allettanti “grazie all’innovazione delle lauree professionalizzanti” su cui si sta battendo l’avvocato Carlo Pilia, docente di Diritto civile all’Università di Cagliari, intervistato insieme al Presidente Esposito. “Le lauree professionalizzanti sono delle lauree triennali costruite per uno sbocco professionale con il diretto coinvolgimento dei professionisti” ha sottolineato.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Nel corso dell’intervista il Presidente Esposito ha poi ricordato le ulteriori tematiche su cui il Consiglio Nazionale dei Periti Industriali sta puntando, anche alla luce del nuovo mandato di consiliatura per gli anni 2024-2029.

Primo fra tutti, la battaglia sociale sulla parità di genere.

Abbiamo un nuovo regolamento interno e abbiamo riservato un seggio ad una quota rosa” – spiega, senza contare sul fatto che quotidianamente siamo propensi a dare spazio alle donne nella nostra Categoria. E ci auguriamo – continua – che possano essere sempre di più. Tra le altre iniziative in cantiere: i giovani. Dopo il tour in tutta Italia avviato nel dicembre del 2021 con università, amministrazioni locali e Ordini territoriali per parlare di energia alternativa e comunità energetiche, per il corrente mese di aprile sono già in programma vari eventi: il 15 aprile i Periti Industriali saranno tra i protagonisti nella giornata del Made in Italy con un evento dedicato al design italiano; poi a Torino, nell’ambito della Planet week del G7 su Clima e Ambiente, per parlare di competenze dei professionisti nella transizione energetica.

 

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest