L’equo compenso diventa parte integrante del codice deontologico degli ingegneri

da | 16 Giu 2023 | Professioni a confronto

I principi dell’Equo compenso diventano parte integrante del Codice deontologico degli ingegneri italiani

Lo scorso 14 giugno, infatti, il Consiglio Nazionale Ingegneri ha aggiornato il testo approvato il 23 marzo 2022 alla luce di quanto previsto dalla legge del 21 aprile 2023 n. 49.

La legge impone agli Ordini professionali di adottare disposizioni deontologiche volte a sanzionare la violazione, da parte del professionista, dell’obbligo di convenire o di preventivare un compenso che sia giusto, equo e proporzionale alla prestazione richiesta e determinato in applicazione dei parametri previsti dai relativi decreti ministeriali. L’aggiornamento del Codice deontologico fa proprie le previsioni previste in materia dalla Legge sull’Equo compenso.

“La Legge sull’Equo compenso – ha commentato Domenico Perrini, Presidente del CNI – rappresenta uno dei passaggi più importanti della storia recente delle professioni. Grazie ad essa, infatti, al professionista è garantito un compenso equo ed equilibrato per la sua prestazione, ma soprattutto la Legge agisce a tutela del consumatore finale, del cittadino, che potrà contare, com’è suo diritto, su una prestazione professionale di qualità. L’inserimento di questo principio all’interno del nostro Codice deontologico garantirà il rispetto dell’Equo compenso e le opportune sanzioni per coloro che lo violeranno”.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

“Con la nuova formulazione del nostro Codice deontologico – afferma Elio Masciovecchio, Vice Presidente CNI – rimettiamo un po’ di ordine in merito alla questione dei compensi per le prestazioni professionali. Si stabilisce il principio che questi dovranno essere equi, a garanzia soprattutto della qualità della prestazione. Il nuovo testo del Codice, inoltre, tiene conto di un concetto importante come la tutela dell’ambiente e della biodiversità, nell’interesse delle future generazioni”.

Dal Salva casa a una nuova legge urbanistica

Dal Salva casa a una nuova legge urbanistica

L’appello di ingegneri, geometri e architetti sul provvedimento del governo Il Salva casa sia il punto di partenza per arrivare a una legge urbanistica, che il paese attende da molto tempo. È l’appello lanciato dai Consigli nazionali degli ingegneri, dei geometri e...

Centro Studi CNI: Rapporto sul mercato dei SIA

Centro Studi CNI: Rapporto sul mercato dei SIA

Centro Studi CNI: il mercato dei servizi di ingegneria e architettura (SIA) sembra ancora non aver trovato una rotta stabile E’ quanto emerge dal consueto Rapporto elaborato dal Centro Studi degli ingegneri sul monitoraggio dei bandi di progettazione nell'ambito dei...

CER: in 500 al corso di Formazione Federesco-Gse-Cnpi

CER: il corso su “La nuova disciplina delle comunità energetiche rinnovabili e dell'autoconsumo diffuso" Oltre 500 utenti collegati, tra professionisti del settore e portatori di interesse, con l’obiettivo di approfondire un percorso formativo incentrato sulle CER, le...

Unem: nel 2030 – 3,8 miliardi di accise con le auto elettriche

I numeri dell’Unem. Tra le ipotesi del governo nuove imposizioni sull’elettrico per il calo delle accise Se al 2030 ci saranno 4 milioni di auto elettriche in circolazione, verranno a mancare 3,8 miliardi di accise, visto il calo di almeno un milione di tonnellate di...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest