L’equo compenso diventa parte integrante del codice deontologico degli ingegneri

da | 16 Giu 2023 | Professioni a confronto

I principi dell’Equo compenso diventano parte integrante del Codice deontologico degli ingegneri italiani

Lo scorso 14 giugno, infatti, il Consiglio Nazionale Ingegneri ha aggiornato il testo approvato il 23 marzo 2022 alla luce di quanto previsto dalla legge del 21 aprile 2023 n. 49.

La legge impone agli Ordini professionali di adottare disposizioni deontologiche volte a sanzionare la violazione, da parte del professionista, dell’obbligo di convenire o di preventivare un compenso che sia giusto, equo e proporzionale alla prestazione richiesta e determinato in applicazione dei parametri previsti dai relativi decreti ministeriali. L’aggiornamento del Codice deontologico fa proprie le previsioni previste in materia dalla Legge sull’Equo compenso.

“La Legge sull’Equo compenso – ha commentato Domenico Perrini, Presidente del CNI – rappresenta uno dei passaggi più importanti della storia recente delle professioni. Grazie ad essa, infatti, al professionista è garantito un compenso equo ed equilibrato per la sua prestazione, ma soprattutto la Legge agisce a tutela del consumatore finale, del cittadino, che potrà contare, com’è suo diritto, su una prestazione professionale di qualità. L’inserimento di questo principio all’interno del nostro Codice deontologico garantirà il rispetto dell’Equo compenso e le opportune sanzioni per coloro che lo violeranno”.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

“Con la nuova formulazione del nostro Codice deontologico – afferma Elio Masciovecchio, Vice Presidente CNI – rimettiamo un po’ di ordine in merito alla questione dei compensi per le prestazioni professionali. Si stabilisce il principio che questi dovranno essere equi, a garanzia soprattutto della qualità della prestazione. Il nuovo testo del Codice, inoltre, tiene conto di un concetto importante come la tutela dell’ambiente e della biodiversità, nell’interesse delle future generazioni”.

Cambiano le sanzioni fiscali

Cambiano le sanzioni fiscali

Ok in Consiglio dei ministri al nono decreto attuativo della delega che modifica le sanzioni fiscali Sanzioni fiscali ispirate ai principi di proporzionalità e offensività. Riduzione delle sanzioni stesse, con quelle amministrative che passano da un quinto a un terzo....

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest