Energia nucleare: il Ministro Pichetto annuncia nuove norme entro la legislatura

da | 3 Mag 2024 | Costruzione, ambiente e territorio

Energia nucleare: entro la fine della corrente legislatura l’Italia avrà nuove norme sul nucleare

Lo ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin, intervenendo sul tema a Radio24, confermando che l’attuale Governo intende approntare un nuovo quadro normativo per il ritorno al nucleare, focalizzandosi sulle tecnologie di quarta generazione e, contestualmente, proseguendo in un preciso piano di decarbonizzazione sul quale sono state poste le basi nel recente G7 sull’ambiente e il clima di Venaria Reale (Torino).

Sto agendo con un gruppo di lavoro che deve occuparsi del quadro giuridico. Se vuoi comprarti uno small modular reactor, deve esserci un quadro giuridico compatibile”, ha affermato Pichetto.

Si tratta, quindi, di un nuovo tipo di reattori nucleari (di quarta generazione), per l’approntamento dei quali saranno necessari alcuni anni. “Si parla di avere le condizioni di produzione di questi piccoli reattori alla fine di questo decennio. Vuol dire che in questa legislatura dobbiamo avere tutto a posto“.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Pichetto ha aggiunto che “in Italia c’è newcleo, che è la società più avanzata, perché lavora sul piombo, mentre altre società all’estero lavorano ancora sull’acqua. E newcleo utilizza brevetti Enea, che sono brevetti della Repubblica Italiana. La sperimentazione delle scatole degli small modular reactors avverrà a Brasimone, e sulla fusione stiamo preparando a Frascati l’invertore per l’impianto Iter in Francia”.

Per quel che concerne la decarbonizzazione, il Ministro ne ha parlato contestualmente a quanto avvenuto al G7 Ambiente, Clima ed Energia di Torino degli scorsi 28-29-30 aprile. “L’ambizione è stata alta, e i risultati sono stati alti rispetto alle condizioni di partenza. Ci sono Paesi come la Germania e il Giappone che hanno una produzione elettrica altissima con il carbone“. La convergenza pare sia stata trovata sulla chiusura delle centrali a carbone entro il 2035.

Pichetto ha affermato sul tema che l’obiettivo sul carbone è relativo ai 7 Paesi più industrializzati, che “vogliono essere leader” e che porteranno tali argomentazioni alle conferenze ONU sul clima.

Tra l’altro, ha aggiunto il Ministro, “c’è tutta la parte di proposte su transizione, clima e adattamento, che va portato in ambito Cop. Ecco perché parliamo con la Carta di Venaria di ponte tra Cop28 e Cop29. Quando parliamo di finanza sul clima riguarda l’impegno dei Paesi del G7 a trovare i fondi per aiutare i paesi in via di sviluppo. L’Italia ha posto la questione Africa, col Piano Mattei».

Un ultimo ma importante risultato ottenuto al G7 di Torino è rappresentato dal fatto, ha sottolineato Pichetto, che l’economia circolare è stata posta al centro, “come nuova miniera di materie prime”.

Decreto Superbonus convertito in legge: tutte le novità

Decreto Superbonus convertito in legge: tutte le novità

Il Decreto Superbonus (39/2024) è stato definitivamente convertito in legge dalla Camera nello stesso testo licenziato dal Senato con tutta una serie di norme che mettono uno stop alla possibilità di cedere il credito e che amplificano la volontà del Governo di...

Pubblicità
  • Box Area Tematica Blumatica
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM

Centro Studi CNI: Rapporto sul mercato dei SIA

Centro Studi CNI: il mercato dei servizi di ingegneria e architettura (SIA) sembra ancora non aver trovato una rotta stabile E’ quanto emerge dal consueto Rapporto elaborato dal Centro Studi degli ingegneri sul monitoraggio dei bandi di progettazione nell'ambito dei...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest