Lazio al via le domande per il bando sulle comunità energetiche rinnovabili

da | 11 Gen 2023 | Voci dal territorio

Domanda on-line  sulla piattaforma GeCoWEB Plus fino al 21 febbraio 2023

Al via sulla piattaforma GeCoWEB Plus (il portale digitale a disposizione di imprese, start-up innovative e professionisti per presentare online le domande di accesso ai finanziamenti europei (POR/FESR), nazionali e regionali) la presentazione delle domande per il bando della Regione Lazio che punta a finanziare gli studi di fattibilità tecnico-economica finalizzati a realizzare le CER, le Comunità Energetiche Rinnovabili.

Sul piatto 1 milione di euro complessivi per finanziare gli studi di fattibilità tecnico economica, mentre per ciascuna domanda il sostegno va da un minimo di 6.000 a un massimo di 13.000 euro.

Possono partecipare al bando le CER costituite e da costituirsi (come definite dal D.Lgs. 199 del 2021), mentre non sono ammesse quelle costituite solo da imprese. L’importo del sostegno che potrà essere concesso per la redazione dello studio di fattibilità tecnico-economica, come si legge sul sito della regione Lazio, è modulato in relazione ai consumi della CER costituita o in via di costituzione dichiarati in fase di domanda di sostegno, in base a determinati parametri indicati nel bando.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

E’ possibile presentare la domanda on-line direttamente sulla piattaforma GeCoWEB Plus fino al 21 febbraio 2023.

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest