Digitalizzazione appalti dal 1° gennaio 2024: pubblicate le istruzioni ufficiali MIT-ANAC

da | 21 Dic 2023 | Costruzione, ambiente e territorio, Notizie

E’ tutto pronto per la grande rivoluzione digitale degli appalti pubblici: dal 1° gennaio 2024 piena efficacia

Sappiamo infatti che dal 1° gennaio 2024 la digitalizzazione integrale del ciclo degli appalti acquisirà piena efficacia, come previsto dal Nuovo Codice degli Appalti e dagli impegni presi con il PNRR.

In tal senso, la delibera 582/2023 del 13 dicembre dell’ANAC, pubblicata in concertazione con il Ministero delle Infrastrutture, fornisce tutte le indicazioni a stazioni appaltanti ed operatori economici per la corretta applicazione delle nuove regole.

La banca dati dei contratti pubblici

Pubblicità
Honeywell CLSS

Dal 1° gennaio 2024, la Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici dell’ANAC renderà disponibili, mediante interoperabilità, i servizi e le informazioni necessari allo svolgimento delle fasi dell’intero ciclo di vita dei contratti pubblici (art.28 Codice Appalti, obblighi di trasparenza).

Cambio di utilizzo di SIMOG, novità per i CIG

Per consentire il passaggio, il 31 dicembre 2023, saranno modificate le condizioni di utilizzo del sistema Simog e sarà dismesso il servizio SmartCIG.

Dal 1° gennaio 2024 sarà attivata da ANAC la Piattaforma dei Contratti Pubblici (PCP) che inter-opererà con le piattaforme di approvvigionamento digitale utilizzate dalle stazioni appaltanti per la gestione di tutte le fasi del ciclo di vita dei contratti pubblici, tra cui il rilascio del CIG (codice identificativo gara) per le nuove procedure di affidamento.

L’utilizzo di piattaforme certificate

Il processo di digitalizzazione richiede alle stazioni appaltanti e agli enti concedenti la necessità di cambiare le modalità di svolgimento delle procedure di gara, imponendo l’utilizzo di piattaforme di approvvigionamento digitale certificate (il cui elenco è disponibile sul sito di ANAC) e interoperabili.

A tal fine, il soggetto che ricopre l’incarico di Responsabile unico di progetto (RUP) e gli eventuali Responsabili del procedimento delegati dal Responsabile di Progetto, ai sensi dell’articolo 15 del Codice, qualora non siano già iscritti, devono registrarsi all’Anagrafe Unica delle Stazioni Appaltanti (AUSA) di ANAC con le modalità ivi indicate.

Eventuali ulteriori operatori amministrativi delegati da parte dei soggetti sopra richiamati possono operare esclusivamente sulle piattaforme, sotto la responsabilità dei responsabili di fase di cui sopra, e non sono in nessun caso autorizzati all’interoperabilità con i servizi della BDNCP.

Programmazione: trasmissione dati dal 1° gennaio 2024

La pubblicazione dei programmi triennali dei lavori pubblici e dei programmi triennali delle forniture e servizi sulla BDNCP, ai fini di trasparenza, ai sensi del comma 1 dell’articolo 28 e del comma 4 dell’articolo 37 del Codice, continuerà ad essere effettuata attraverso la piattaforma Servizio Contratti Pubblici (SCP) del MIT anche dopo il 31/12/2023.

L’acquisizione dei CIG dal 1° gennaio 2024 e il regime transitorio

La richiesta di CIG per procedure assoggettate al decreto legislativo n. 36/2023, pubblicate a partire dal 1° gennaio 2024 avviene attraverso le piattaforme di approvvigionamento digitale certificate mediante interoperabilità con i servizi erogati dalla PCP attraverso la Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND).

In ogni caso è consentita, fino a nuova comunicazione, l’acquisizione del CIG attraverso il sistema Simog per le procedure i cui bandi o avvisi siano stati pubblicati o le cui lettere di invito sono state inviate entro il 31 dicembre 2023: il sistema Simog consentirà il perfezionamento dei suddetti CIG esclusivamente se la data di pubblicazione del bando o della spedizione della lettera di invito è antecedente il 1° gennaio 2024; i CIG acquisiti successivamente a tale data saranno automaticamente eliminati entro 48 ore se non riferiti a procedure pubblicate entro il 31 dicembre 2023.

https://www.opificiumagazine.it/wp-content/uploads/2023/12/Delibera-n.-582-del-13-dicembre-2023-Adozione-comunicato-relativo-avvio-processo-digitalizzazione.pdf  Scarica la delibera

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest