Il digitale nella Pa rispetta i tempi del Pnrr

da | 16 Gen 2024 | Informatica

Raggiunta e superata ampiamente la soglia per l’integrazione dei comuni nel Send

La trasformazione digitale della pubblica amministrazione italiana tramite il Pnrr sta incontrando alcune difficoltà. Tuttavia, ci sono anche ambiti dove il nostro paese non solo sta rispettando i tempi del piano, ma anzi li sta superando ampiamente.

Un caso viene segnalato dal dipartimento per l’innovazione tecnologica, che il 15 gennaio ha pubblicato i dati dei comuni che sono trasmigrati su Send, ovvero il “Servizio notifiche digitali”, il nuovo processo ideato per velocizzare il dialogo tra cittadini e pubblica amministrazione, che è finanziato con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Lo strumento è gestito da PagoPa e, in estrema sintesi, mira a facilitare le comunicazioni, con un sistema di notifiche che permette a chiunque di ricevere informazioni o aggiornamenti utili.

Pubblicità
Honeywell CLSS

A dicembre 2023 sono 1.921 i comuni che hanno completato con successo l’integrazione su Send, mentre gli obiettivi Pnrr parlavano di 800 enti nella nuova piattaforma a tale data. “La milestone europea del Pnrr sulle notifiche digitali è stata non solo raggiunta, ma ampiamente superata”, le parole del sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega all’innovazione tecnologica Alessio Butti.

“Accedendo a Send, un cittadino può visualizzare e gestire in modo totalmente digitale l’esito di una pratica amministrativa con un evidente risparmio di tempo e denaro. Questa piattaforma dimostra che semplificare i rapporti con la Pa è un obiettivo non solo possibile ma essenziale e fortemente voluto da questo Governo”.

Per favorire il processo di integrazione dei comuni, ricordano dal dipartimento, è stato pubblicato a settembre del 2022 un Avviso da 200 milioni di euro su Pa digitale 2026, che ha visto la partecipazione di circa 5.000 comuni.

Ad oggi, quelli già integrati e attivi sulla piattaforma sono 1.921, ma altri 3.688 hanno formalizzato la contrattualizzazione del partner tecnologico quale primo passo dell’iter di adesione. “Numeri importanti, necessari per traghettare la Pa italiana verso l’obiettivo di avere entro giugno 2026 almeno 6.400 enti attivi su Send”, l’opinione dei tecnici del dipartimento.

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Quasi 2 mila i comuni integrati sul Servizio notifiche digitali Continua la corsa dei comuni alla digitalizzazione con i fondi del Pnrr. Come comunicato dal dipartimento per l’innovazione e la trasformazione digitale, infatti, sono 1921 gli enti che hanno completato...

Il boom dell’intelligenza artificiale

Il boom dell’intelligenza artificiale

Nel 2023 il valore di mercato cresce del 52% raggiungendo quota 760 milioni di euro L’era dell’intelligenza artificiale è ufficialmente esplosa. Tutti i giorni, ormai, leggiamo su riviste e quotidiani la crescita impetuosa di sistemi di IA, dalla famosa ChatGpt ai...

Pubblicità
Obo Bettermann

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest