Al via Anpr, certificati scaricabili dal 15 novembre

da | 12 Nov 2021 | Informatica

Il portale a disposizione dei cittadini

Dal 15 novembre per la prima volta i cittadini potranno scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita. Sono le parole che aprono la nota pubblicata sul sito del Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale che annuncia l’avvento del nuovo servizio dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr), che sarà attivo appunto dal 15 novembre.

Anpr permetterà di scaricare, per proprio conto o per un componente della propria famiglia, dal proprio computer senza bisogno di recarsi allo sportello, i seguenti 15 certificati: anagrafico di nascita; anagrafico di matrimonio; di cittadinanza; di esistenza in vita; di residenza; di residenza Aire; di stato civile; di stato di famiglia; di stato di famiglia e di stato civile; di residenza in convivenza; di stato di famiglia Aire; di stato di famiglia con rapporti di parentela; di stato libero; anagrafico di unione civile e di contratto di convivenza. Per i certificati digitali non si dovrà pagare il bollo e saranno quindi gratuiti (e disponibili in modalità multilingua per i comuni con plurilinguismo). Potranno essere rilasciati anche in forma contestuale (ad esempio cittadinanza, esistenza in vita e residenza potranno essere richiesti in un unico certificato).

Si potrà accedere al portale con la propria identità digitale e se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato. Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato pdf o riceverlo via mail.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

“Grazie ad Anpr”, si legge nella nota del ministero, “le amministrazioni italiane avranno a disposizione un punto di riferimento unico di dati anagrafici, dal quale poter reperire informazioni certe e sicure per poter erogare servizi integrati e più efficienti per i cittadini. Con un’anagrafe nazionale unica, ogni aggiornamento su Anpr sarà immediatamente consultabile dagli enti pubblici che accedono alla banca dati, dall’Agenzia delle entrate all’Inps, alla Motorizzazione civile”.

Ad oggi, fanno sapere ancora dal ministero guidato da Vittorio Colao, Anpr raccoglie i dati del 98% della popolazione italiana con 7.794 comuni già subentrati e i restanti in via di subentro. L’Anagrafe nazionale, che include l’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) pari a 5 milioni di persone, coinvolge oltre 57 milioni di residenti in Italia e sarà ultimata nel corso del 2021. Sul portale è possibile monitorare l’avanzamento del processo di adesione da parte dei comuni italiani. Il ministero, infine, illustra i prossimi passi in tema di digitalizzazione: “a questi primi certificati scaricabili online se ne potranno aggiungere facilmente altri senza modifiche al quadro normativo e nei prossimi mesi saranno implementati ulteriori servizi per il cittadino, come le procedure per effettuare il cambio di residenza”.

Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Quasi 2 mila i comuni integrati sul Servizio notifiche digitali Continua la corsa dei comuni alla digitalizzazione con i fondi del Pnrr. Come comunicato dal dipartimento per l’innovazione e la trasformazione digitale, infatti, sono 1921 gli enti che hanno completato...

Il boom dell’intelligenza artificiale

Il boom dell’intelligenza artificiale

Nel 2023 il valore di mercato cresce del 52% raggiungendo quota 760 milioni di euro L’era dell’intelligenza artificiale è ufficialmente esplosa. Tutti i giorni, ormai, leggiamo su riviste e quotidiani la crescita impetuosa di sistemi di IA, dalla famosa ChatGpt ai...

Crescono gli attacchi cibernetici, ma mancano i profili

Crescono gli attacchi cibernetici, ma mancano i profili

Il sottosegretario Mantovano in audizione alla Camera dei deputati Nel 2023 si sono verificati 1.411 attacchi cibernetici dal “potenziale impatto”, con un significativo incremento rispetto al 2022. L’Agenzia nazionale conterà circa 800 persone, ma ci sono palesi...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest