Un miliardo per il credito agevolato ai professionisti: accordo fra Casse private e Intesa San Paolo

da | 4 Lug 2023 | In evidenza

Comunità energetiche 2023

L’unione per agevolare il credito ai professionisti italiani e promuovere la crescita imprenditoriale

Accesso al credito con meno ostacoli per i professionisti italiani: a prevederlo è l’accordo sancito fra Intesa Sanpaolo e l’Adepp (l’Associazione degli Enti di previdenza privati e privatizzati), con cui verrà favorito il finanziamento per la platea di 1,6 milioni di professionisti aderenti alle 18 Casse pensionistiche associate con «prodotti e servizi dedicati».

In particolare, il gruppo bancario «mette a disposizione un miliardo di euro per incentivare gli investimenti destinati all’ampliamento dell’attività professionale, alla digitalizzazione e alla formazione delle risorse. In questo contesto, viene particolarmente valorizzata l’iniziativa di alcune Casse aderenti all’Adepp (attualmente 7), che hanno messo a disposizione risorse per costituire una nuova Sezione speciale del Fondo di garanzia», viene specificato, con al fine di garantire il rilascio di garanzie con copertura dell’80% a beneficio degli autonomi loro associati. Intesa Sanpaolo, recita la nota congiunta, «fornirà servizi bancari dedicati alle categorie per facilitare la gestione di incassi e pagamenti, anche in mobilità e in modalità «contactless», oltre a proposte di protezione per tutelare l’attività d’ufficio, salvaguardare il patrimonio e garantire continuità al business e per fronteggiare eventuali attacchi «cyber» con servizi di pronto intervento e copertura dei danni».

A seguire, sono previste offerte a condizioni agevolate per neo-professionisti (con Partita Iva aperta da meno di 12 mesi) e nuovi clienti (con Partita Iva aperta da più di 12 mesi), insieme a linee di finanziamento dedicate a chi intende avviare o far crescere la propria attività ma ha difficoltà di accesso al credito e soluzioni di finanza agevolata quali «Resto al Sud / Resto Qui» che «sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali e libero professionali nel Mezzogiorno d’Italia, nelle aree colpite dal sisma 2016-2017 e nelle isoli minori lagunari e lacustri del Centro – Nord Italia».

Pubblicità
Honeywell CLSS

In giornata, inoltre, un tema assai importante per i professionisti dell’area tecnica, fra cui i periti industriali, è stato protagonista dell’assemblea annuale dell’Ania (l’Associazione delle imprese assicuratrici): la presidente Maria Bianca Farina, infatti, ha affermato che «il cambiamento climatico non è più semplicemente un rischio, ma una realtà», specificando come lo Stivale abbia «bisogno di protezione dai rischi». Per la numero uno dell’organismo, infatti, «se si includono anche i terremoti, la quota di danni assicurati in Italia non supera oggi il 14% del totale: è di gran lunga il dato più basso fra i principali paesi europei». A giudizio di Farina serve «un sistema pubblico-privato fondato su mutualizzazione dei rischi e prevenzione» delle catastrofi.

Quanto, poi, al Pnrr (il Piano nazionale di ripresa e resilienza), Farina ha precisato che usare bene le risorse è «essenziale. Lo è per tenere il passo dei nostri paesi partner, lo è per creare le condizioni di crescita del futuro», giacché il programma «individua correttamente le priorità: l’ambiente, la sicurezza energetica, il diritto alla salute, il diritto all’educazione fin dalla prima infanzia, la parità di genere, la trasformazione tecnologica e digitale, lo sviluppo delle infrastrutture, specie nel Mezzogiorno», ha concluso.

La transizione energetica passa dall’Africa

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest