Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

da | 15 Feb 2024 | Informatica

Quasi 2 mila i comuni integrati sul Servizio notifiche digitali

Continua la corsa dei comuni alla digitalizzazione con i fondi del Pnrr. Come comunicato dal dipartimento per l’innovazione e la trasformazione digitale, infatti, sono 1921 gli enti che hanno completato con successo l’integrazione nel Send, ovvero il Servizio notifiche digitali. Ampiamente superati i tempi dettati dal Pnrr, che a dicembre 2023 prevedeva l’integrazione di 800 comuni alla nuova piattaforma nazionale.

Il Send, spiegano dal dipartimento, è una piattaforma che semplifica la gestione delle comunicazioni inviate dalla pubblica amministrazione, tanto ai cittadini quanto alle imprese. Attraverso Send, quindi, si potranno reperire tutte le informazioni in merito agli esiti di pratiche amministrative, la gestione delle multe o, comunque, delle violazioni al codice della strada, quella degli accertamenti tributari o dei rimborsi. In sostanza, razie al nuovo servizio, i cittadini possono ricevere e consultare le comunicazioni delle Pa aderenti in digitale dal proprio indirizzo Pec, accedendo online al sito di Send o direttamente dall’app Io.

La trasmigrazione sul sistema, quindi, sta avvenendo a tempi record, con la grande soddisfazione del sottosegretario Alessio Butti: “La milestone europea del Pnrr sulle notifiche digitali è stata non solo raggiunta, ma ampiamente superata. Con oltre 1.900 comuni ora integrati su Send, abbiamo realizzato un progresso significativo nella digitalizzazione delle notifiche, facilitando comunicazioni rapide, economiche e sicure non solo tra Pa e cittadini, ma anche tra Pa e imprese”. 

Pubblicità
Honeywell CLSS

Il sistema, in definitiva, ha l’obiettivo di semplificare il processo di notificazione degli atti amministrativi verso cittadini e imprese, “offrendo loro nuove opportunità per l’esercizio dei propri diritti e l’adempimento dei propri doveri con risparmio per la spesa pubblica, minori oneri di notifica per i destinatari ed un’esperienza utente più efficace”, come spiegano ancora dal dipartimento. Per tutti coloro che non sono in possesso di un recapito digitale, o che non hanno effettuato l’accesso a Send, sarà comunque previsto l’invio della raccomandata cartacea.

“Avere più che raddoppiato, in meno di sei mesi, il numero di amministrazioni attese per fine 2023 a bordo del nuovo Servizio Notifiche Digitali è motivo di ulteriore soddisfazione e ci sprona a proseguire nella strategia di raccordo operativo costante con le istituzioni e i partner tecnologici che affiancano gli enti sul territorio”, il pensiero di Alessandro Moricca, amministratore unico di PagoPa.

Sicurezza ICT in Italia: pubblicato il Rapporto Clusit 2024

Sicurezza ICT in Italia: pubblicato il Rapporto Clusit 2024

L’Associazione Clusit ha pubblicato il Rapporto 2024 (dati riferiti all’anno 2023) sulla sicurezza ICT in Italia, un documento che evidenzia come ci sia stato un netto peggioramento rispetto ai dati registrati un anno prima (2022). Va prima di tutto sottolineato che i...

Pubblicità
Obo Bettermann

Italia ancora regina europea del settore design

Belpaese leader per numero di addetti e per fatturato L’Italia si conferma la regina europea del settore del design. Se, infatti, a livello comunitario si contano 270 mila imprese, 330 mila addetti e un fatturato di 28, 6 miliardi di euro, l ‘Italia contribuisce per...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest