Competitività imprese del Sud: 300 milioni per la “Scoperta Imprenditoriale”

da | 9 Gen 2024 | Competenze multidisciplinari

Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) ha definito i termini e le modalità di presentazione delle richieste relative alla misura “Scoperta imprenditoriale”, in seguito al decreto del 13 luglio 2023

Obiettivi e perimetro dei possibili richiedenti

L’obiettivo dell’intervento agevolativo è sostenere i progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale delle piccole e medie imprese situate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, in linea con le aree tematiche della Strategia nazionale di specializzazione intelligente.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione con almeno due bilanci approvati al momento della presentazione della domanda di agevolazioni, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1, 3 e 5), e i Centri di ricerca.

Pubblicità
Notifier Centrali AM

Gli Organismi di ricerca possono essere co-proponenti di un progetto congiunto con i citati soggetti.

Le risorse

Le risorse messe a disposizione dal MIMIT ammontano a 300 milioni di euro, nell’ambito del programma nazionale “Ricerca, Innovazione e Competitività per la transizione verde e digitale 2021-2027“. 

Cosa viene finanziato

La misura, nello specifico, finanzia progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzate alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali (KETs) nell’ambito delle aree tematiche e delle traiettorie di sviluppo definite dalla Strategia nazionale di specializzazione intelligente ovvero nell’ambito di altre aree tematiche e traiettorie di sviluppo non rientranti nella predetta Strategia, al fine di contribuire ad alimentare il processo di scoperta imprenditoriale e il conseguente adattamento evolutivo della stessa.

Domande: invio e pre-compilazione

Il decreto direttoriale del 7 dicembre 2023 ha stabilito i termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione.

A partire dal 7 febbraio, le imprese operanti nei settori industriali, agroindustriali, artigianali, dei servizi all’industria e i Centri di ricerca potranno presentare le richieste di accesso agli incentivi tramite lo sportello online di Mediocredito centrale, che gestisce la misura per conto del MIMIT.

Ma già dal 24 gennaio i soggetti interessati potranno compilare anticipatamente le domande attraverso la procedura informatica disponibile online. 

Progetti e tipologia di agevolazione

I progetti, che devono essere realizzati in forma collaborativa, devono prevedere spese e costi ammissibili compresi tra 1 e 5 milioni di euro. Inoltre, devono avere una durata non inferiore a 18 e non superiore a 36 mesi.

L’accesso alle agevolazioni avverrà attraverso una procedura valutativa a sportello.

Oltre al finanziamento agevolato (50% dei costi e delle spese ammissibili), gli incentivi saranno erogati sotto forma di contributo diretto alla spesa, con una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili che varierà in base alle dimensioni dell’impresa proponente:

  • 35% per le imprese di piccole dimensioni;
  • 30% per le imprese di media dimensione; 
25% per le imprese di grande dimensione.

Gli Organismi di ricerca riceveranno un contributo diretto alla spesa pari al 60% dei costi e delle spese ammissibili per le attività di ricerca industriale e al 40% per lo sviluppo sperimentale.

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Un Superbonus per le assunzioni

Un Superbonus per le assunzioni

L’annuncio del viceministro Leo a margine del Cdm che ha approvato il Dl Coesione Una super deduzione al 120% per le assunzioni, per creare una sorta di “Superbonus del lavoro”. A ciò si aggiungono una serie di incentivi per l’autoimprenditorialità, con un occhio ben...

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Filiera formativa tecnologico-professionale in arrivo

Alla Camera il ddl per la revisione del sistema e l’introduzione del modello 4+2. La nuova filiera formativa tecnologico-professionale vede il traguardo Dopo l’ok del Senato al disegno di legge che ha come primo promotore il ministro dell’istruzione Giuseppe...

Simulazione Regolarità Contributiva Inail: nuovo servizio online

Nuovo Servizio Online per la Simulazione della Regolarità Contributiva INAIL L’INAIL, con istruzione operativa del 6 giugno, è intervenuta in tema regolarità contributiva, per la quale sappiamo che l’articolo 4 del decreto-legge 34/2014, convertito con modifiche dalla...

Doggy bag o mezze porzioni nel menù obbligatorie

Al via in Senato l’iter del disegno di legge contro lo spreco alimentare Un logo per la doggy bag, quindi per incentivare il consumo da asporto di pasti non finiti al ristorante, che dovrà essere mezzo ben in vista. Una spinta alle mezze porzioni o ai menù per...

Il Ddl IA arriva in Senato

Ddl IA: Testo presentato in commissione. A giorni l’ok sulla cybersicurezza Il disegno di legge italiano sull’Intelligenza artificiale inizia il suo percorso in Parlamento. È partita, infatti, la discussione in commissione sul Ddl approvato in via preliminare dal...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest