Cambia il codice di proprietà industriale

da | 2 Dic 2022 | Design

Promozione dei modelli in fiera, norme su brevetti e sulla professione di consulente

Protezione temporanea dei disegni e dei modelli esposti nelle fiere, riduzione del periodo di tirocinio necessario per l’abilitazione all’esame di consulente di proprietà industriale, regolarizzazione dei pagamenti tardivi e rafforzamento del controllo preventivo rispetto al deposito dei brevetti.

Sono solo alcune delle novità apportate dal disegno di legge approvato ieri dal Consiglio dei ministri, che va a modificare il codice della proprietà industriale (dlgs 30/2005). Il disegno di legge, come si legge sul sito di palazzo Chigi, si inquadra nella riforma del sistema della proprietà industriale, prevista dalla Milestone M1C2-4 del Pnrr, in coerenza con il “Piano di azione sulla proprietà intellettuale per sostenere la ripresa e la resilienza dell’Ue”, adottato dalla Commissione europea.

Gli obiettivi

Come sottolineato dalla nota diffusa dal governo, gli obiettivi delle modifiche sono principalmente “il rafforzamento della competitività del sistema Paese e della protezione della proprietà industriale; la semplificazione amministrativa; la digitalizzazione delle procedure in materia di titoli di proprietà industriale”. Tutto questo da realizzare con una serie di azioni mirate, che vengono sintetizzate nella nota. Si passa dal divieto di registrazione di marchi evocativi o usurpativi di indicazioni geografiche e denominazioni di origine protetta al riconoscimento, come già accennato, della protezione temporanea de disegni e dei modelli esposti nelle fiere, nazionali e internazionali.

Pubblicità

Vengono poi citate due misure in materia di brevetti, ovvero un potenziamento del controllo preventivo rispetto al deposito relativo alle domande di brevetto potenzialmente utili per la difesa del paese, con conseguente accelerazione della procedura.

Inoltre, si andranno a velocizzare i tempi dei giudizi presso la commissione dei ricorsi avverso i provvedimenti dell’ufficio italiano brevetti e marchi. Novità, anche queste già citate, anche in merito alla professione di consulente: viene infatti ridotto da diciotto a dodici mesi il periodo obbligatorio di tirocinio ai fini dell’ammissione all’esame di abilitazione all’esercizio della professione di consulente in proprietà industriale. Per quanto riguarda i pagamenti tardivi, viene stabilito che la regolarizzazione di quelli inerenti ai titoli di proprietà industriale sia subordinata al pagamento del diritto di mora per ogni annualità incompleta o irregolare. Infine, si parla anche del nuovo ruolo del ministero dell’agricoltura che agirà per “la tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche in assenza di consorzi di tutela”.

 

Nasce il polo dei microchip italiano

Nasce il polo dei microchip italiano

In legge di bilancio la nascita della Fondazione. Stanziati oltre 200 milioni di euro L’Italia avrà un suo centro nazionale per i microchip. O meglio, “Centro italiano per il design dei circuiti a semiconduttore”, come viene chiamato in legge di bilancio (legge...

Brevetti: crescono le invenzioni in Europa

Brevetti: crescono le invenzioni in Europa

L'Italia delle invenzioni L’Italia delle invenzioni continua a crescere in Europa: sale del 2%, infatti, l’incremento delle domande di brevetto pubblicate dall’EPO (European Patent Office) nel 2021 rispetto al 2020, con 90 brevetti in più. Nel frattempo...

Firenze: spinta al design e alla cultura del progetto

Firenze: spinta al design e alla cultura del progetto

Una spinta tra professionisti e pubblico Architetti e associazione per il disegno industriale insieme per lo sviluppo della cultura del progetto tra professionisti e pubblico. È quanto realizzerà il protocollo tra la Fondazione architetti di Firenze e l’Adi,...

Brevetti, disegni e marchi: 46 milioni per i nuovi bandi

Brevetti, disegni e marchi: 46 milioni per i nuovi bandi

Brevetti+, Disegni+ e Marchi+: i bandi Dal prossimo 27 settembre le PMI potranno presentare le domande per richiedere gli incentivi previsti dalle misure Brevetti+, Disegni+ e Marchi+, per le quali sono state stanziate risorse complessive pari a 46 milioni di euro. È...

Un piano di 450 milioni di euro per il trattamento dei rifiuti

Dal ministero dell'ambiente il decreto che finanzia 65 progetti con i fondi del Pnrr Dal ministero dell'ambiente 450 milioni di euro per finanziare 65 progetti innovativi per la realizzazione di impianti di trattamento e riciclaggio e recupero materia. È quanto...

Robot e automazione volano in Italia

Il settore è cresciuto del 14,6% lo scorso anno, con prospettive più che positive anche per il 2023 Vola l’industria italiana di macchine utensili, robot e automazione. Dopo un 2021 già positivo, nel 2022 si sono registrati incrementi in doppia cifra, con prospettive...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest