Cer, arriva il via libera europeo

da | 23 Nov 2023 | Meccanica ed efficienza energetica

Cer: Ok della Commissione Ue al decreto italiano di incentivazione alla diffusione dell’autoconsumo da rinnovabili

Le Comunità energetiche rinnovabili fanno un altro passo avanti e ottengono il benestare comunitario. La Commissione Ue, infatti, ha dato il via libera al provvedimento italiano per l’incentivazione alla diffusione dell’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili. Il decreto, in sostanza, è basato su due misure, una tariffa incentivante e un contributo a fondo perduto.

La Commissione europea ha dato il via libera al decreto italiano di incentivazione alla diffusione dell’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili. “Siamo di fronte a una svolta, a una nuova fase storica nel rapporto tra cittadini ed energia”, il commento entusiasta del ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto.

Prevista, quindi, una tariffa incentivante sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa. Per le Cer sotto i 5 mila abitanti, come accennato, sarà definito anche un contributo a fondo perduto fino al 40% dei costi ammissibili in relazione all’investimento effettuato per realizzare un nuovo impianto o potenziarne uno esistente. Il contributo sarà cumulabile con la tariffa incentivante e per sostenere le due misure è previsto un finanziamento di 2,2 miliardi di euro (fondi Pnrr).

Pubblicità
Notifier Centrali AM

L’approvazione europea era molto attesa e dovrebbe consolidare il progetto delle Cer in tutta Italia, almeno secondo il ministro Pichetto: “Ora le Comunità energetiche rinnovabili potranno diventare una realtà diffusa nel Paese, sviluppando le fonti rinnovabili e rendendo finalmente il territorio protagonista del futuro energetico nazionale”, le sue parole. “Grazie alle Comunità energetiche, infatti, ciascun cittadino potrà contribuire alla produzione di energia rinnovabile, e averne i benefici economici derivanti dall’autoconsumo, pur non disponendo direttamente degli spazi necessari alla realizzazione degli impianti Fer”. Il viceministro Vannia Gava parla invece di “un nuovo modello di autoproduzione e autoconsumo, pienamente validato dalle istituzioni comunitarie, su cui investiamo 2,2 miliardi di risorse Pnrr, con il quale centriamo il triplice obiettivo di tutelare l’ambiente, rafforzare la nostra indipendenza energetica e contenere i costi per imprese e famiglie grazie a tariffe incentivanti”.

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Idrogeno hard to abate, via libera dell’Ue

Ok al regime di aiuti che vale complessivamente 550 milioni di euro “Un passo importante in direzione della transizione”. Con queste parole il ministro dell’ambiente e la sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin ha commentato il via libera della Commissione...

Pubblicità
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM
  • Blumatica Impianti Solari
  • banner Automazione ed Efficienza Energetica

Incontro CNEL-ProfessionItaliane su formazione e lavoro in carcere

Rafforzare la collaborazione tra il mondo delle professioni e il CNEL Si è tenuto lo scorso 28 febbraio, presso la sede del CNEL, l’incontro tra il Presidente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Renato Brunetta, e ProfessionItaliane, l’Associazione che...

Il Digital service act è ufficialmente realtà

Entrata in vigore la normativa Ue che si applica a tutti i fornitori di servizi online, la digital service act Una nuova era per le aziende che offrono servizi digitali, orientata al rispetto della privacy e alla tutela dei minori. Lo scorso 17 febbraio, infatti, è...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest