«Caro energia», arriva il regolamento del ministero della Transizione ecologica (che «taglia» i consumi di gas)

da | 6 Set 2022 | Meccanica ed efficienza energetica

L’Italia è pronta a correre ai ripari, in caso il flusso energetico dalla Russia (a seguito della crisi fra il Cremlino e l’Ucraina, sfociata lo scorso febbraio in un conflitto) dovesse ridursi drasticamente. O, addirittura, arrestarsi del tutto. Il ministero per la Transizione ecologica, guidato da Roberto Cingolani, infatti, ha pubblicato stamattina il Regolamento per «realizzare da subito risparmi utili a livello europeo a prepararsi ad eventuali interruzioni delle forniture di gas» dal Paese dell’Est. E, si legge, tra le misure previste vi è innanzitutto una riduzione di 1 grado per il riscaldamento degli edifici, da 17 con più, o meno 2 gradi di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili, da 19 con più o meno 2 gradi di tolleranza per tutte le altre tipologie di strutture.

Per ciò che concerne, poi, le stime dell’impatto di ciascuna delle misure di contenimento indicate dal Regolamento pubblicato dal dicastero ambientale, viene puntualizzato che esse «portano ad un potenziale di circa 5,3 miliardi di metri cubi di gas, considerando la massimizzazione della produzione di energia elettrica da combustibili diversi dal gas (circa 2,1 miliardi di Smc di gas) e i risparmi connessi al contenimento del riscaldamento (circa 3,2 miliardi di Smc di gas)». A tale strategia, tiene a sottolineare ancora il ministero, occorre accludere le iniziative comportamentali per i singoli cittadini, da promuovere attraverso campagne di sensibilizzazione degli utenti, affinché prevalga un atteggiamento più virtuoso sul fronte dei consumi di energia, nella Penisola.

Inoltre, l’insieme del contributo atteso dalle misure adottate dal dicastero assieme a misure comportamentali volontarie nell’uso efficiente dell’energia, conduce, recita ancora il documento, ad un «taglio» dei consumi «coerente con il 15% del Regolamento Ue, pari quindi almeno a 8,2 miliardi di Smc di gas naturale»; i limiti di esercizio degli impianti termici, rispetto a quanto previsto dal comma 2 dell’articolo 4 del Decreto del presidenza della Repubblica n.74/2013, si evidenzia, «sono ridotti di 15 giorni per quanto attiene il periodo di accensione (posticipando di 8 giorni la data di inizio e anticipando di 7 giorni la data di fine esercizio) e di un’ora per quanto attiene la durata giornaliera di accensione». Nel Regolamento viene, ad ogni modo, precisato come, nella messa in opera di queste misure, sono fatte salve le «utenze sensibili», quali sono considerati, ad esempio, gli ospedali, oppure le case di riposo.

Pubblicità
Honeywell CLSS

E, mentre l’Italia si rimbocca le maniche per fronteggiare possibili problemi di approvvigionamento energetico, il tema viene trattato, in queste ore, dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan, in merito alle mosse dell’omologo di Mosca Vladimir Putin: «L’Europa affronterà grandi sfide per il gas naturale durante l’inverno, ma noi non abbiamo alcun problema», dichiara, sostenendo, poi, che le sanzioni contro la Russia «hanno spinto» il vertice del Cremlino «ad agire in questo modo», dunque Putin «sta utilizzando, ovviamente, tutti suoi mezzi e le sue armi, e una delle sue carte più importanti è il gas», conclude il numero uno della Turchia, mettendo pure in risalto gli effetti delle sanzioni sui Paesi europei che le hanno approvate,  che «raccolgono ciò che hanno seminato».

 

La transizione energetica passa dall’Africa

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Comunità energetiche rinnovabili: ENEA lancia il simulatore

Comunità energetiche rinnovabili: ENEA lancia il simulatore

Per promuovere quanto più possibile le CER - comunità energetiche rinnovabili, ENEA ha presentato la nuova versione 2.0 del simulatore RECON (Renewable Energy Community ecONomic simulator) RECON (Renewable Energy Community ecONomic simulator) è un'applicazione web...

Decreto FER-X: gli esiti della consultazione pubblica

Decreto FER-X: gli esiti della consultazione pubblica

MASE: disponibili gli esiti della consultazione pubblica sul Decreto Ministeriale FER-X Sono ufficialmente disponibili, sul portale del Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), i risultati della consultazione pubblica sul Decreto Ministeriale...

Sistemi di accumulo: il MASE pubblica la guida operativa

Sistemi di accumulo: il MASE pubblica la guida operativa

Guida operativa per l'autorizzazione dei sistemi di accumulo elettrochimico stand alone Il Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato la "Guida operativa per la preparazione della documentazione necessaria per le richieste di Autorizzazione...

Pubblicità
  • blumatica progettazione impianti solari
  • Obo Bettermann
  • Box Opificiumagazine IC INTRACOM

La transizione energetica passa dall’Africa

Italia presente alla 9^ Conferenza globale dell’Agenzia internazionale dell’energia Africa come priorità strategica di partnership globale per la transizione energetica. Il Piano Mattei come punto di riferimento, con le azioni congiunte che spaziano da vari settori...

Fondo IPCEI: integrazione di 1 miliardo e 500 mila euro

Integrazione risorse del Fondo IPCEI Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, per sostenere e promuovere la realizzazione di importanti progetti di comune interesse europeo (IPCEI) nelle catene del valore strategiche per l’industria europea, ha disposto,...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest