Aggiudicata la gara per il Polo strategico nazionale

da | 23 Giu 2022 | Informatica

Proposte vincitrici ricevute da Aruba e Fastweb

Aruba e Fastweb si aggiudicano la gara europea per la realizzazione e la gestione del Polo strategico nazionale per la realizzazione e gestione dell’infrastruttura ad alta affidabilità prevista dalla strategia cloud Italia. Secondo quanto comunica il Ministero per la transizione digitale, è stata infatti aggiudicata la gara rientrante negli investimenti previsti dal Pnrr, con una base d’asta pari a 4,4 miliardi.

L’aggiudicazione del Polo strategico nazionale realizza la missione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Missione 1, componente 1, investimento 1.1 cloud Pa/Polo strategico nazionale) per accelerare la trasformazione digitale della Pa e ha l’obiettivo, congiuntamente all’iniziativa 1.2 del Pnrr “Abilitazione e facilitazione migrazione al cloud”, di portare il 75% delle amministrazioni italiane ad utilizzare servizi in cloud entro il 2026. La creazione del Polo “è uno dei tre obiettivi fondamentali previsti dalla strategia cloud Italia, insieme alla classificazione dei dati e dei servizi pubblici da parte dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale e la migrazione verso il cloud di dati e servizi digitali della Pubblica amministrazione”, fanno sapere dal dicastero guidato da Vittorio Colao.

Come riporta il Ministero sul proprio sito, sono state due le proposte ricevute: l’aggiudicazione, come detto, è andata all’offerta presentata dal raggruppamento costituito da Aruba spa e Fastweb spa, in qualità di mandataria, che ha offerto, per la parte economica, uno sconto medio sui listini posti a base di gara del 39,19%. L’operatore economico promotore del progetto, raggruppamento costituito da Sogei spa, Leonardo spa, Cdp Equity spa e Tim spa, in qualità di mandataria, per la parte economica ha offerto una percentuale di sconto medio, sui listini posti a base di gara, del 23,36%. Il soggetto promotore avrà ora quindici giorni di tempo per esercitare, eventualmente, il diritto di prelazione impegnandosi ad adempiere alle obbligazioni contrattuali alle medesime condizioni offerte dall’attuale aggiudicatario.

Pubblicità
Notifier Centrali AM
Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Comuni sempre più in digitale con il Pnrr

Quasi 2 mila i comuni integrati sul Servizio notifiche digitali Continua la corsa dei comuni alla digitalizzazione con i fondi del Pnrr. Come comunicato dal dipartimento per l’innovazione e la trasformazione digitale, infatti, sono 1921 gli enti che hanno completato...

Il boom dell’intelligenza artificiale

Il boom dell’intelligenza artificiale

Nel 2023 il valore di mercato cresce del 52% raggiungendo quota 760 milioni di euro L’era dell’intelligenza artificiale è ufficialmente esplosa. Tutti i giorni, ormai, leggiamo su riviste e quotidiani la crescita impetuosa di sistemi di IA, dalla famosa ChatGpt ai...

Crescono gli attacchi cibernetici, ma mancano i profili

Crescono gli attacchi cibernetici, ma mancano i profili

Il sottosegretario Mantovano in audizione alla Camera dei deputati Nel 2023 si sono verificati 1.411 attacchi cibernetici dal “potenziale impatto”, con un significativo incremento rispetto al 2022. L’Agenzia nazionale conterà circa 800 persone, ma ci sono palesi...

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere aggiornamenti da Opificiumagazine.it

Grazie! Ti sei iscritto alla newsletter.

Pin It on Pinterest